menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Operatori del 118 in azione

Operatori del 118 in azione

Muore 14enne, guidava l'amico

CAROVIGNO – Un ragazzino di 14 anni Fedele Lanzillotti, nipote di un noto commerciante di carni di Carovigno, è deceduto nel pomeriggio di oggi in seguito a un incidente stradale che si è verificato sulla Carovigno - Belvedere. Il ragazzino era seduto sul lato passeggero di una Lancia Y guidata dal 18enne Angelo Soleti, rimasto illeso. All'altezza di una curva l'auto è uscita fuori strada andando a sbattere, dopo aver sbandato sulla carreggiata, contro un muretto a secco posto sul lato sinistro della strada.

CAROVIGNO - Un ragazzino di 14 anni Fedele Lanzillotti, nipote di un noto commerciante di carni di Carovigno, è deceduto nel pomeriggio di oggi in seguito a un incidente stradale che si è verificato sulla Carovigno - Belvedere. Il ragazzino era seduto sul lato passeggero di una Lancia Y guidata dal 18enne Angelo Soleti, rimasto illeso. All'altezza di una curva l'auto è uscita fuori strada andando a sbattere, dopo aver sbandato sulla carreggiata, contro un muretto a secco posto sul lato sinistro della strada.

La vettura quindi ha invaso la corsia opposta al senso di marcia che, fortunatamente, in quel momento era vuota. Ad avere la peggio il 14enne. Le sue condizioni sono parse subito gravi ai primi automobilisti accorsi per aiutare i due giovani. Sul posto si sono immediatamente portate le ambulanze del 118. I sanitari hanno prelevato il ragazzino dall'abitacolo e trasportato a sirene spiegate all'ospedale, una lotta contro il tempo che però è finita nel giro di qualche minuto: il cuore del piccolo Fedele Lanzillotti si è fermato durante il tragitto.

La salma del 14enne è stata trasportata all'ospedale Civile di Ostuni dove è a disposizione del pubblico ministero di turno. Il suo compagno di viaggio, Angelo Soleti, invece, è stato trasportato al Perrino di Brindisi dove è stato sottoposto a tutte le cure del caso, le sue condizioni di salute non dovrebbero essere gravi.

Sul luogo per i rilievi di rito i vigili urbani del comando di Carovigno, la dinamica dovrebbe essere chiara: la Lancia Y è uscita fuori strada da sola, forse per l'alta velocità o per il sopraggiungere di un improvviso ostacolo. Forse per una distrazione del giovane guidatore. Sarà egli stesso a spiegare cosa è successo, non appena si riprenderà dal forte shock.

Intanto la comunità di Carovigno piange un'altra giovane vittima della strada. Il paese conta poco più di 15mila abitanti e la notizia dell'incidente ha fatto subito il giro del paese. Il 14enne è figlio di una coppia del posto emigrata in Germania e poi tornata nel Brindisino da qualche anno, il nonno fa il macellaio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pareti "scorticate" a causa dell’umidità: "Ecco come viviamo e nessuno interviene"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Crolla il solaio di un capannone: un morto e quattro feriti

  • Emergenza Covid-19

    Coronavirus, Puglia: altri 30 decessi, aumentano i ricoveri

  • Cronaca

    Autocarrozzeria abusiva e deposito di rifiuti: denunciato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento