menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Muore travolto da un treno: acquisiti filmati e scatola nera. Venerdì i funerali

Restituita ai familiari la salma del 30enne morto presso la stazione di Brindisi. Polfer al lavoro per ricostruire la dinamica dei fatti

BRINDISI – Si svolgeranno domani (venerdì 5 ottobre), alle ore 10, presso la chiesa San Giustino de Jacobis, al rione Bozzano, i funerali del brindisino di 30 anni (M.C. le iniziali del suo nome) che mercoledì mattina è stato travolto da un treno presso la stazione di Brindisi. Il sostituto procuratore del tribunale di Brindisi che coordina le indagini ha disposto la restituzione della salma ai familiari. La dinamica dei fatti è in fase di accertamento.

La Polfer di Brindisi, da prassi, ha acquisito la scatola nera del treno Frecciargento partito dalla stazione di Termini (Roma) e diretto a Lecce che intorno alle ore 13 del 3 ottobre ha investito il 30enne sul binario due della stazione di Brindisi, davanti agli occhi di numerose persone, fra cui diversi studenti. Le immagini riprese dalle telecamere di cui è dotata la stazione sono al vaglio delle forze dell’ordine. Nei prossimi giorni, inoltre, verranno raccolte ulteriori testimonianze.

Un uomo che si trovava sulla banchina del binario due ha riferito che la vittima ha attraversato i binari, dirigendosi verso la stazione, senza avvedersi dell’arrivo del convoglio. Richiamato dalla stessa persona che ha assistito alla scena (“Torna indietro”, gli ha urlato il testimone), è tornato verso la banchina ferroviaria, ma sarebbe scivolato mentre cercava di mettersi in salvo. A quel punto il macchinista, che nel frattempo aveva attivato il segnale sonoro, non ha potuto evitare l’impatto. L’ipotesi del suicidio, però, sulla base anche di altre testimonianze raccolte dagli investigatori, non è stata ancora scartata.

La vittima, da quanto appreso, era da sola. Il riconoscimento è stato effettuato grazie ai documenti trovati in suo possesso. Agli stessi agenti della Polfer è toccato l'ingrato compito di comunicare ai familiari del 30enne la notizia della tragedia, attenendosi alle linee guida del progetto “Chirone”, un manuale realizzato dalla Polizia di Stato con la supervisione scientifica della facoltà di medicina e psicologia dell'Università La Sapienza, per aiutare i poliziotti e le vittime ad affrontare emotivamente la tragica notizia della morte improvvisa di un familiare per incidente o per suicidio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento