Cronaca

La torcia di Eni Versalis torna a sfiammare. Arpa: "Probabile blackout"

Dopo tre mesi di “quiete”, la torcia di Eni Versalis stamani è tornata in funzione, producendo una sfiammata visibile, come al solito, nel raggio di svariati chilometri. L’accensione è stata comunicata intorno alle ore 7,30 alle autorità competenti, fra cui l’Arpa,a la Provincia, i vigili del fuoco, la Protezione civile comunale

BRINDISI – Dopo tre mesi di “quiete”, la torcia di Eni Versalis stamani è tornata in funzione, producendo una sfiammata visibile, come al solito, nel raggio di svariati chilometri. L’accensione è stata comunicata intorno alle ore 7,30 alle autorità competenti, fra cui l’Arpa,a la Provincia, i vigili del fuoco, la Protezione civile comunale.

Stavolta l’accensione, a differenza degli episodi più prolungati registrati in passato, è durata meno di un’ora. Da quanto riferito dal direttore di Arpa Puglia, Giorgio Assennato, l’attivazione della torcia è stata causata da un blackout che ha interessato la centrale di Enipower. “Sembra come il trullo che appena si verifica un temporale, anche se leggero – dichiara sarcastico Assennato – va via la luce”.

Stando ai primi rilievi effettuati dai tecnici dell’Arpa di Brindisi, la sfiammata non avrebbe provocato lo sforamento di sostanze inquinanti. Ma questo potrà essere appurato con certezza nel pomeriggio.

L’accaduto è stato commentato dall’ex capogruppo consiliare di “Brindisi bene comune”, Riccardo Rossi, attraverso un posto pubblicato sulla pagina Facebook del movimento. “La torcia sfiamma  - scrive Rossi - mentre Eni cerca di vendere Versalis, intascare 1 miliardo di euro e scappare lasciando qui tutti i problemi irrisolti: impianti non adeguati, bonifiche non effettuate, nessun processo di riconversione programmato”. "La Giunta Consales con Pd e Ncd – prosegue Rossi - hanno messo la testa sotto la sabbia bocciando ogni proposta impedendo nei fatti una discussi one. Da giugno da qui occorre ripartire. Niente chiacchiere Eni non può fare quello che vuole!”.

Il riferimento di Rossi è alla trattativa per la cessione di Versalis al gruppo finanziario estero Sk Capital avviata settimane fa da Eni. Per le organizzazioni sindacali si tratta in realtà di una svendita dell’azienda leader in Italia nel settore della chimica. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La torcia di Eni Versalis torna a sfiammare. Arpa: "Probabile blackout"

BrindisiReport è in caricamento