rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Mesagne

Omega bis, la Cassazione annulla l’ordinanza per Fullone

Il mesagnese, 40 anni, resta in carcere per altro: il pm aveva chiesto la condanna a 12 anni

MESAGNE – Nel procedimento penale Omega bis, sulla Sacra Corona Unita nel Brindisino e sul traffico di droga, la Cassazione ha annullato senza rinvio l’ordinanza di arresto nei confronti di Cosimo Fullone, 40 anni, di Mesagne.

La Cassazione

Cosimo FulloneLa Corte di Cassazione si è pronunciata nella giornata di ieri, 20 marzo 2018, in accoglimento del ricorso presentato dal difensore dell’indagato, l’avvocato Pasquale Annicchiarico del foro di Brindisi. Fullone, quindi, è stato rimesso in libertà in questa inchiesta, ma resta in carcere essendo detenuto per altra causa.

Rispetto alle accuse di associazione per delinquere di stampo mafioso e traffico di droga, il pubblico ministero della Dda di Lecce, lo scorse mese di febbraio, aveva chiesto la condanna di Fullone alla pena di 12 anni di reclusione, nel processo pendente dinanzi al gup. Anche Fullone, così come la maggior parte degli imputati, ha scelto di essere giudicato con rito abbreviato.

L’arresto

Il mesagnese venne arrestato il 20 settembre 2017, su ordinanza firmata dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lecce, Vincenzo Brancato. Nel mese di dicembre 2017 c’era stata un primo provvedimento di arresto, poi annullato dal Tribunale del Riesame per mancanza di autonoma motivazione da parte del gip e venne disposta un'ispezione ministeriale dopo le scarcerazioni a raffica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omega bis, la Cassazione annulla l’ordinanza per Fullone

BrindisiReport è in caricamento