Omicidio nello studio legale: processo per l’avvocato che sparò al cliente

Per il penalista Fortunato Calò abbreviato condizionato all’ascolto di alcuni testimoni: la tragedia il 30 marzo 2017. Il professionista uccise Arnaldo Carluccio, 45 anni

ORIA – Ha scelto il processo con rito abbreviato, condizionato all’ascolto di alcuni testimoni, l’avvocato penalista Fortunato Calò, accusato di omicidio volontario, aggravato dalla premeditazione, per aver sparato e ucciso un suo cliente, Arnaldo Carluccio, nel suo studio legale, il pomeriggio del 30 marzo 2017.

carabinieri a oria omicidio-2-2-2

Il processo

A distanza di poco più di un anno dalla tragedia, il professionista, imputato, comparirà davanti al gup del Tribunale di Brindisi, di fronte al quale è stato fissato il giudizio con rito speciale, chiesto dai difensori Pasquale Annicchiarico e Giancarlo Camassa.

L’istanza dei due avvocati è finalizzata ad ottenere l’ascolto di alcune persone, tra le quali clienti di Calò, 47 anni, in sede di processo con rito alternativo al dibattimento. La strada difensiva così delineata è appunto condizionata all’esame di quei testi indicati dagli avvocati. Nomi ai quali lo stesso Calò avrebbe fatto riferimento per chiarire la propria posizione ed escludere che quel pomeriggio volesse uccidere Carluccio, anche questi suo cliente. La vittima aveva 45 anni ed era originaria di Torre Santa Susanna, ma viveva a Oria. Era sposato e aveva due figli.

L’accusa

Il legale è accusato di omicidio volontario premeditato e di porto abusivo di arma da fuoco. La pistola era legalmente detenuta, ma Calò non era autorizzato a circolare armato eccetto che per raggiungere il poligono indicato, in quanto in possesso di un porto per uso sportivo. Quel pomeriggio tornò a casa a prendere l’arma, prima di rientrare in studio perché – stando alla sua versione – Carluccio lo chiamò al telefono e gli chiese un appuntamento. “Avevo paura temevo che arrivasse armato”, disse al gip Paola Liaci, nel corso dell’interrogatorio, in sede di udienza di convalida.  

carabinieri oria-4-2-2

La versione dell’avvocato e il movente

Il penalista avrebbe accettato l’appuntamento per restituire al cliente la pratica.  “Lui prese il fascicolo e me lo diede in faccia, ripetendomi che avrebbe ucciso me e i miei figli se non gli avessi dato 30mila euro”. Da qui una lite nello studio. Lite finita nel peggiore dei modi: 15 colpi di pistola. Sparò l’avvocato. Il cliente rimase a terra in una pozza di sangue, colpito al torace e all’addome. Poi la telefonata ai carabinieri per raccontare quanto era accaduto.

A quanto pare, quella non sarebbe la prima lite, poiché tra i due ci sarebbero stati altri diverbi nelle settimane precedenti da ricondurre al pagamento di un indennizzo legato a un incidente stradale avvenuto nel 2010. Carluccio chiedeva il risarcimento per lesioni personali. Istanza da discutere, ma il cliente riteneva di aver già diritto all’ottenimento di una somma pari a 30mila euro.

 Il movente, definito in questi termini, venne riferito dallo stesso Calò, sempre nel corso dell’interrogatorio reso in sede di udienza di convalida, davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brindisi.  In quel contesto, emerso delle minacce che Carluccio avrebbe rivolto non solo all’avvocato, ma ai suoi figli.

ambulanza a oria-2-2-2

Le presunte minacce

 “Minacciava di uccidere me e i miei figli se non gli avessi dato la somma di 30mila euro come anticipo su una causa di risarcimento danni”, disse. “Erano ormai due settimane che si ripeteva la stessa cosa. In una occasione entrò nella mia auto, e mi minacciò con la pistola”. Sarebbe successo qualche giorno prima dell’omicidio: “Aprì lo sportello lato passeggero, mi puntò l’arma e mi fece spostare di 800 metri, verso una strada sterrata”.

L’episodio non venne denunciato. L’avvocato, sempre in sede di interrogatorio, alla presenza dei suoi difensori, spiegò al gip di temere eventuali ritorsioni e sperava sempre di riuscire a  restituire la pratica al cliente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, ospedale Perrino: turista lombardo positivo al Covid-19

  • Furgone si ribalta sull'autostrada: brindisino muore in Veneto

  • Assalto al blindato Cosmopol, gli arresti della banda

  • “Ego”: Jasmine Carrisi debutta come cantante

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

  • Giovane malmenata in strada: carabiniere fuori servizio blocca fidanzato violento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento