menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri premiati

I carabinieri premiati

Operazione Omega, encomio solenne per 7 carabinieri del Nucleo Investigativo

Premiato dal generale di Corpo d'Armata Giovanni Nistri, comandante Interregionale "Ogaden" di Napoli

BRINDISI - Il generale di Corpo d'Armata Giovanni Nistri, comandante Interregionale "Ogaden" di Napoli, venerdì scorso, nel corso della visita per lo scambio di auguri di fine anno presso il Comando Legione Carabinieri "Puglia", ha premiato il Nucleo investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Brindisi per il brillante esito dell'operazione "Omega", che aveva portato all'emissione di 56 provvedimenti restrittivi nei confronti di altrettanti soggetti ritenuti responsabili di associazione di tipo mafioso, concorso in omicidio, associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, attentato dinamitardo, porto e detenzione illegale di armi da fuoco.

A riprova dell'efficacia dell'azione investigativa, su 56 soggetti arrestati, 54 hanno chiesto il patteggiamento e 2 il rito ordinario. In particolare, è stato tributato l'Encomio Solenne del Comandante Interregionale a: luogotenente Francesco Baldari, luogotenente Cosimo Rampino, maresciallo maggiore Antonio De Iaco, maresciallo maggiore Michele Russo, brigadiere capo Qs Francesco Petrarca, brigadiere Vincenzo Fina, appuntato scelto Qs Oronzo Trinchera, e appuntato scelto Qs Massimo Rosato (ora in servizio presso la compagnia cc di Lecce).

Di seguito al motivazione: "Addetti a Nucleo investigativo di Comando Provinciale operante in territorio caratterizzato da elevato indice di criminalità comune e organizzata, evidenziando altissimo senso del dovere, elevatissime capacità professionali e non comune intuito investigativo, conducevano complessa e prolungata attività d'indagine nei confronti di due distinti gruppi criminali, appartenenti alla frangia mesagnese dell'organizzazione mafiosa Sacra Corona Unita, responsabili di associazione di tipo mafioso, concorso in omicidio, associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, attentato dinamitardo, porto e detenzione illegale di armi da fuoco. L'operazione si concludeva con l'esecuzione di 56 provvedimenti restrittivi. Brindisi e provincia, 5 settembre 2012 – 12 dicembre 2016".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento