menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parco Bove: fogne di nuovo intasate. "Rischiamo l'emergenza sanitaria"

Da due settimane convivono con un fetore insopportabile i residenti di largo Poliziano: "L'amministrazione comunale non fa nulla per risolvere il problema, bimbi e anziani a rischio malattie"

BRINDISI – Temono l’emergenza sanitaria i residenti della zona di parco Bove, al rione Paradiso. Da un paio di settimane la rete fognaria che scorre sotto largo Poliziano è nuovamente intasata. Le decine di famiglie che risiedono in questo angolo degradato di quartiere, fra via della Torretta e via Egnazia, respirano un’aria fetida, resa ancor più insopportabile dal caldo.

“Quando abbiamo provato ad aprire i pozzetti – dichiara Danilo Reho, portavoce dei residenti di parco Bove – ci siamo imbattuti in un esercito di scarafaggi. Da giorni sollecitiamo l’amministrazione comunale e la polizia municipale affinché si intervenga per liberare le tubature, ma nessuno si sta interessando dei nostri disagi. Non sappiamo più cosa fare”.

Quello delle fogne otturate non è un problema nuovo, purtroppo, per chi abita in parco Bove. La novità, semmai, risiede nel fatto che dopo due settimane, ancora non è stato fatto nulla per risolvere il disagio. Già, perché in passato si sbrogliava la matassa con l’intervento di un auto spurgo, su richiesta del Comune. Stavolta, le cose sembrano andare per le lunghe. Ma non c’è da perdere tempo, perché la situazione peggiora di ora in ora e i residenti temono conseguenze per la salute di anziani e bambini. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento