Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Per sfuggire ai controlli ingoia cocaina e finisce in ospedale

CEGLIE MESSAPICA – E’ finito in ospedale, ma non è in pericolo di vita, Antonio Chiarelli, un cegliese di 25 anni che, dopo aver provato ad eludere i controlli dei carabinieri, ha ingoiato il pacchetto di cocaina che si preparava a spacciare. Il giovane è agli arresti nell’ospedale di Francavilla Fontana con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.

Gli agenti della questura di Brindisi

CEGLIE MESSAPICA - E' finito in ospedale, ma non è in pericolo di vita, Antonio Chiarelli, un cegliese di 25 anni che, dopo aver provato ad eludere i controlli dei carabinieri, ha ingoiato il pacchetto di cocaina che si preparava a spacciare. Il giovane è agli arresti nell'ospedale di Francavilla Fontana con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.

Il ragazzo a bordo della sua auto, prima invertendo il senso di marcia poi tentando la fuga, ha cercato di evitare la perquisizione della pattuglia in servizio a Ceglie. I militari, dopo averlo raggiunto, si sono subito resi conto che il giovane aveva ingerito qualcosa: lo hanno trasportato in ospedale, dove le analisi hanno evidenziato che la sostanza era cocaina, e nel frattempo anche la sua abitazione è stata perquisita. Qui i militari hanno trovato 1.500 euro e un bilancino.

A Brindisi invece hanno arrestato un uomo di 49 anni, Teodoro Potenza, sempre con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio. L'uomo era stato scarcerato appena 24 ore prima dal carcere di Lecce, dove aveva scontato una pena per tentato omicidio. All'interno dell'appartamento in via Legnano, dove è stato arrestato, l'uomo aveva venti grammi di cocaina ed eroina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per sfuggire ai controlli ingoia cocaina e finisce in ospedale

BrindisiReport è in caricamento