Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Pescatore di datteri bloccato e denunciato dalla polizia dopo lo sbarco

Finisce con un controllo di polizia, una denuncia, e il sequestro dei molluschi, delle attrezzature e dell’auto, una pescata di datteri di mare che sarebbero finiti direttamente sulle tavole di privati o in un ristorante cittadino. E’ accaduto ieri mattina nella zona del porto medio di Brindisi, dove una pattuglia della Squadra nautica della questura martedì ha fermato un’auto sospetta in via Torpediniera Centauro

BRINDISI - Finisce con un controllo di polizia, una denuncia, e il sequestro dei molluschi, delle attrezzature e dell’auto, una pescata di datteri di mare che sarebbero finiti direttamente sulle tavole di privati o in un ristorante cittadino. E’ accaduto ieri mattina nella zona del porto medio di Brindisi, dove una pattuglia della Squadra nautica della questura martedì ha fermato un’auto sospetta in via Torpediniera Centauro, tra l’ingresso dei Cantieri Danese e quello del Marina di Brindisi. Al volante dell’auto, una Fiat Punto, c’erano il proprietario, il brindisino A.G. di 45 anni, già noto alla giustizia, e due suoi accompagnatori, A.S. di 29 anni e G.B. di 31 anni.

Intanto la vettura è risultata, al terminale delle forze dell’ordine, gravata da sequestro amministrativo, ma soprattutto era priva di copertura assicurativa, e la patente di guida di A.G. era scaduta da un anno. Ma il resto dei guai era nel bagagliaio della Punto, dove A.G. trasportava due bibombola, erogatori, muta, maschera, pinne e zavorra, e la picozza per frantumare gli scogli ed estrarre i datteri dai loro profondi cunicoli. E c’erano anche, come già detto, quattro chili di questo mollusco bivalve la cui pesca, commercializzazione e consumo sono vietati.

Tutti e tre gli occupanti della Punto sono finiti in questura, ma solo A.G. è stato denunciato a piede libero per pesca di frodo, guida con licenza scaduta e omissione dell’assicurazione auto obbligatoria. La patente è stata ritirata, e l’auto è stata sequestrata assieme alle attrezzature subacquee e ai datteri, che essendo ancora vitali sono stati rilasciati in mare al largo del porto dai poliziotti della Squadra nautica e da personale del servizio veterinario della Asl.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescatore di datteri bloccato e denunciato dalla polizia dopo lo sbarco

BrindisiReport è in caricamento