menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sorpreso a pescare cozze nere in zona vietata: sequestro e denuncia

Nel pomeriggio di oggi il personale, coordinato dal capitano di Vascello Salvatore Minervino, grazie a una segnalazione giunta alla sala operativa, ha sorpreso un pescatore intento alla raccolta di "cozze nere"

BRINDISI – La tutela del consumatore continua a essere al centro delle attività dei militari della Sezione Polizia Marittima della Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di Brindisi. Nel pomeriggio di oggi il personale, coordinato dal capitano di Vascello Salvatore Minervino, grazie a una segnalazione giunta alla sala operativa, ha sorpreso un pescatore intento alla raccolta di “cozze nere” (specie Mytilus Galloprovincialis”) in ambito portuale, precisamente nei pressi della diga di Punta Riso. Zona vietata.

Gli è stata inflitta una sanzione amministrativa per violazione dell’art.129 del Dpr N.1639/68 e, più nello specifico dell’ art.10 comma 2 del Capo IV dell’ordinanza della Capitaneria di Porto di Brindisi n.72/2013, pari ad un importo di mille euro, con relativo sequestro del pescato e di tutte le attrezzature da pesca a seguito. Il prodotto è stato immediatamente sequestrato e successivamente, rigettato in mare.

Per qualsiasi segnalazione si ricorda che sono attivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7 il numero di centralino della Sala Operativa 0831521022 e la casella di posta elettronica so.cpbrindisi@mit.gov.it mentre, per le sole emergenze in mare, il numero blu 1530.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento