menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pestaggio in corso Roma, ancora mistero dopo un mese

Il ragazzo, 21 anni, venne picchiato da due uomini non ancora identificati: giallo sul movente, nessun diverbio in precedenza. Non si esclude l'ipotesi di scambio di persona. Il giovane spera nelle indagini del difensore Francesco Monopoli. L'episodio il 16 ottobre scorso: 60 giorni di prognosi

BRINDISI – A distanza di un mese resta il mistero sul pestaggio di un ragazzo di Brindisi di 21 anni, avvenuto in corso Roma: il giovane venne picchiato a sangue la notte fra il 15 e il 16 ottobre da due uomini che continua a sostenere di non aver mai visto prima. 
L'avvocato Francesco Monopoli-4-4Per risalire all’identità dei suoi aggressori, il ragazzo (G.V, le iniziali del nome e del cognome) ha conferito incarico all’avvocato Francesco Monopoli (foto accanto) del foro di Brindisi, per lo svolgimento di indagini difensive. Finora non sono stati trovati testimoni, né è stato possibile raccogliere elementi utili dalla visione delle immagini registrate dalle telecamere della zona. Non si esclude l’ipotesi di uno scambio di persona.

Al momento, l’unica ricostruzione è quella dello stesso brindisino rimasto vittima del pestaggio, il quale ha riportato ferite giudicate guaribili in 60 giorni, stando al referto dei medici del pronto soccorso dell’ospedale Perrino del capoluogo.

Il ragazzo ha riferito ai carabinieri di essere stato aggredito da due persone in corso Roma: erano in auto, l’avrebbero seguito per un tratto, per poi scendere, picchiarlo e lasciarlo sanguinante a terra. Ha anche precisato di non aver litigato con nessuno né quel giorno, né in precedenza. Nessun diverbio. Mistero fitto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento