rotate-mobile
Cronaca Ceglie Messapica

Picchiatore di donne finisce in cella

CEGLIE MESSAPICA – Giuseppe Franco, 34 anni, la fama di picchiatore di donne l’ha guadagnata sul campo, nove anni fa percuotendo quotidianamente la convivente sino al giorno dell’arresto, e più recentemente la madre – che era l’unica persona dell’altro sesso che oramai lo sopportava, sia pure ormai molto malvolentieri. Ma in casa della madre. A.B. di 57 anni, Franco era sottoposto al regime degli arresti domiciliari, e non aveva altri luoghi dove andare. Sino a quando, stamattina, l’alternativa si è manifestata in breve tempo: il carcere.

CEGLIE MESSAPICA - Giuseppe Franco, 34 anni, la fama di picchiatore di donne l'ha guadagnata sul campo, nove anni fa percuotendo quotidianamente la convivente sino al giorno dell'arresto, e più recentemente la madre - che era l'unica persona dell'altro sesso che oramai lo sopportava, sia pure ormai molto malvolentieri. Ma in casa della madre. A.B. di 57 anni, Franco era sottoposto al regime degli arresti domiciliari, e non aveva altri luoghi dove andare. Sino a quando, stamattina, l'alternativa si è manifestata in breve tempo: il carcere.

E' stata una telefonata fatta da qualcuno ai carabinieri della stazione di Ceglie Messapica, attraverso il 112, a provocare l'intervento dei militari, che sono piombati in casa della donna proprio mentre l'aggressione di Giuseppe Franco alla genitrice era ancora in corso. Franco, hanno constatato i carabinieri, in quel momento era sotto l'effetto dell'alcool. La madre del brutale personaggio è stata costretta comunque a fare ricorso alle cure dei sanitari del pronto soccorso per un comprensibile stato d'ansia e numerose ecchimosi.

Una storia non nuova per i carabinieri di Ceglie Messapica, visto che la madre nel tempo aveva segnalato e denunciato violenze e maltrattamenti da parte del figlio. Nel fascicolo del quale, per la verità, c'è un precedente ancora più grave, che risale all'1 dicembre 2002 quando i carabinieri si videro arrivare di sera in caserma, malridotta e in lacrime, nonché terrorizzata, la donna che conviveva con Giuseppe Franco, allora 25enne, appena scampata dell'ennesimo pestaggio ma con una vasta contusione al torace.

La compagna del personaggio, che lavorava saltuariamente come imbianchino, era puntualmente sottoposta a percosse al culmine delle liti che scoppiavano perché Franco pretendeva da lei 100 euro a settimana per le proprie spese personali. Quella sera la convivente era stata picchiata per 50 euro e, dopo due anni di paura, botte e interventi dei carabinieri mai seguiti però da querela di parte, finalmente si decise a sporgere denuncia consentendo ai militari di arrestare Giuseppe Franco. Il quale, a quanto sembra, il vizio non l'ha ancora perso, ed esattamente nove anni dopo è tornasto in galera per lo stesso reato.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiatore di donne finisce in cella

BrindisiReport è in caricamento