Cronaca

Proroga prima no, poi sì. Gara per Cala Materdomini, sospetti e accuse

Proroga dei termini dal 2 febbraio al 16 febbraio della gara d’appalto per progetto di Cala Materdomini, ma con un retroscena sconcertante sul cui l’amministrazione comunale non ha sin qui fornito spiegazioni. La proroga infatti era stata negata in maniera categorica una prima volta il 14 gennaio ad una delle imprese interessate al bando

Il progetto di Cala Materdomini, e sotto la situazione attuale

BRINDISI – Proroga dei termini dal 2 febbraio al 16 febbraio della gara d’appalto per progetto di Cala Materdomini, ma con un retroscena sconcertante sul cui l’amministrazione comunale non ha sin qui fornito spiegazioni. La proroga infatti era stata negata in maniera categorica una prima volta il 14 gennaio ad una delle imprese interessate al bando, poi successivamente, il 29 gennaio, il dirigente responsabile del procedimento, Costantino Del Citerna, comunica formalmente che il giorno prima è stata adottata dagli Affari generali una determina che spostava la scadenza di due settimane, e quella dell’apertura delle buste con le offerte dal 4 febbraio al 18 febbraio.

A questo punto, l’impresa che aveva inoltrato la domanda motivata di proroga il 14 gennaio, per poter approfondire adeguatamente la situazione esistente di Cala Materdomini con rilievi ed analisi tecniche, è insorta ritenendo di essere stata sottoposta a trattamento penalizzante e intravvedendo nelle decisioni del Comune una violazione della par condicio tra imprese. Non escludendo il ricorso alle vie giudiziarie. Alla domanda di proroga di 30 giorni proposta il 14 gennaio dall’azienda in questione, di Brindisi, aveva infatti risposto in maniera perentoria lo stesso giorno, respingendo la richiesta.

Gli effetti dell'erosione sulla spiaggia a Cala Materdomini-2L’avviso della gara era stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 21 dicembre 2015, quindi le imprese avevano avuto tempo sufficiente per fare le valutazioni necessarie ed acquisire i dati necessari, aveva sostenuto il funzionario responsabile. E allora come mai due settimane dopo la posizione è cambiata improvvisamente, con tanto di avviso telematico? Non parte col piede giusto neppure questa opera pubblica, purtroppo, dopo i casi della shuttle e della bonifica Micorosa.

Il “Bando di gara per l'appalto integrato ad oggetto Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori per l'intervento di riqualificazione e messa in sicurezza geomorfologica di Cala Materdomini ex spiaggia ufficiali M.M.”, punta a recuperare totalmente una insenatura sulla costa a nord della città, per consegnarla esclusivamente agli usi pubblici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proroga prima no, poi sì. Gara per Cala Materdomini, sospetti e accuse

BrindisiReport è in caricamento