Cronaca

Chiedono i documenti: poliziotti aggrediti con calci e pugni in stazione

Una coppia di cittadini stranieri aggredisce due agenti della Polfer. Lei arrestata, lui denunciato a piede libero

Alla richiesta di esibire i propri documenti d’identità, si sono scagliati contro i poliziotti, colpendoli con calci e schiaffi. La violenta aggressione si è verificata nella serata di martedì (15 settembre) presso la stazione ferroviaria di Brindisi, nell’ambito di un servizio di routine effettuato dagli agenti della sottosezione Polfer di Brindisi. Gli uomini in divisa hanno fermato una coppia di cittadini stranieri, che non hanno affatto gradito la richiesta di mostrare le rispettive carte d’identità.

Dopo aver opposto un rifiuto, infatti, i due, all’improvviso, hanno aggredito i poliziotti. La più “intraprendente” sarebbe stata la donna, una nigeriana di 21 anni, che è stata arrestata in regime di domiciliari per i reati di resistenza, lesione e rifiuto di fornire indicazioni sull’identità personale. L’uomo, invece, un 35enne nigeriano, se l’è cavata con una denuncia a piede libero per concorso negli stessi reati. Entrambi hanno un regolare permesso di soggiorno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiedono i documenti: poliziotti aggrediti con calci e pugni in stazione

BrindisiReport è in caricamento