Identificati dopo scippo a domicilio

SAN PANCRAZIO SALENTINO - Lei, 24 anni anni, in primissima linea per farsi aprire la porta da un’anziana, poi derubata dai due complici, un diciottenne e un minorenne che le hanno strappato una collanina dal valore di 700 euro. E’ accaduto a San Pancrazio Salentino la notte scorsa, ma i carabinieri sono riusciti subito a chiudere il cerchio e hanno arrestato Fabio Scalcione, 18 anni, colui il quale avrebbe materialmente afferrato il gioiello e hanno denunciato a piede libero una donna, A.N, e un ragazzino under 18, tutti ritenuti responsabili, in concorso, di furto con strappo aggravato.

La stazione carabinieri di S.Pancrazio Salentino

SAN PANCRAZIO SALENTINO - Lei, 24 anni anni, in primissima linea per farsi aprire la porta da un’anziana, poi derubata dai due complici, un diciottenne e un minorenne che le hanno strappato una collanina dal valore di 700 euro. E’ accaduto a San Pancrazio Salentino la notte scorsa, ma i carabinieri sono riusciti subito a chiudere il cerchio e hanno arrestato Fabio Scalcione, 18 anni, colui il quale avrebbe materialmente afferrato il gioiello e hanno denunciato a piede libero una donna, A.N, e un ragazzino under 18, tutti ritenuti responsabili, in concorso, di furto con strappo aggravato.

Secondo le ricostruzioni dei carabinieri della stazione di San Pancrazio, la giovane avrebbe bussato alla porta della vecchietta, con una scusa.  L’avrebbe distratta, facendo sì che l’ingresso restasse aperto. Immediatamente dopo sarebbero entrati gli altri due, con il volto coperto da passamontagna. Un sol gesto per impossessarsi dell’unico oggetto di valore che avevano a portata di mano, la collanina ben visibile al collo della donna che non ha avuto il tempo di difendersi e di evitare che gliela tirassero via. Non si è ferita, per fortuna. E ha avuto la prontezza di chiamare subito il 112.

I carabinieri hanno presto avviato le indagini, un’articolata attività investigativa che ha dato buoni frutti. I fatti sono stati presto ricostruiti, il terzetto individuato in tempo da record, abbastanza presto da poter procedere con un arresto in flagranza, oltre che con le due denunce in stato di libertà. Che non si trattasse di ladri – rapinatori di professione è emerso immediatamente: erano in tre, con il volto coperto, a rischiare la galera per una collanina d’oro di cui non avrebbero saputo quantificare il valore.

Lo hanno comunque fatto, forse anche per vedere l’effetto che fa, ma è finita male. Il “maltolto” è stato ritrovato durante le perquisizioni domiciliari e restituito alla legittima proprietaria, un po’ scossa, ma quantomeno subito risarcita del danno materiale che aveva subito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

  • Coronavirus, alto il numero dei decessi in Puglia: sono 52

Torna su
BrindisiReport è in caricamento