rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca

Presunta violenza sessuale: Paul Haggis mercoledì davanti al gip di Brindisi

Il regista canadese, ristretto in regime di domiciliari a Ostuni, sarà sottoposto a udienza di convalida del fermo di indiziato di delitto emesso a suo carico domenica scorsa. La vittima conosciuta alcuni mesi fa in occasione di un festival internazionale

BRINDISI – Paul Haggis si presenterà domani (mercoledì 22 giugno) davanti al gip del tribunale di Brindisi. Il regista canadese si sottoporrà all'udienza di convalida del decreto di fermo di indiziato di delitto emesso a suo carico dalla procura di Brindisi, per i reati di violenza sessuale aggravata e lesioni personali aggravate ai danni di una giovane straniera. Il legale del 69enne, l’avvocato Michele Laforgia, aveva già fatto sapere nei giorni scorsi che il suo assistito avrebbe professato la sua totale innocenza. Domani l'uomo potrà fornire la sua versione dei fatti.

Allora Fest: "Costernati, ma il festival va avanti"

Da quanto appurato dai poliziotti della Squadra Mobile di Brindisi, l’indagato in più di un’occasione avrebbe costretto la vittima ad avere rapporti sessuali. Sarebbe accaduto fra lunedì 13 e mercoledì 15 giugno all’interno di un b&b di Ostuni. Sulla vicenda trapelano nuovi elementi. La ragazza e il regista si sarebbero conosciuti nei mesi scorsi, in occasione di un festival cinematografico. Successivamente la giovane ha pubblicato sul suo profilo Instagram una foto con il regista. Da qui ha inizio una corrispondenza social fra i due, che per la scorsa settimana si danno appuntamento in Puglia, dove Haggis già si trovava per motivi di lavoro.

Il regista, due volte premio Oscar con i film “Million dollar Baby” e“Crash-Contatto fisico”, avrebbe dovuto infatti ricoprire un ruolo di primo piano nell’Allora Fest, la rassegna cinematografica in programma da oggi a domenica 26 giugno a Ostuni. Nei mesi scorsi aveva inoltre realizzato il corto “Il cuore di Mesagne”, per la candidatura della città a capitale europea della cultura 2024. La ragazza avrebbe dunque subito delle violenze sessuali in un b&b della Città Bianca. L’ultima si sarebbe verificata martedì. Dopo di che il regista avrebbe accompagnato la ragazza davanti all’ingresso dell’aeroporto di Brindisi, dove l’avrebbe lasciata in condizioni psicofisiche precarie. Il personale dello scalo ha quindi prestato assistenza alla giovane, in evidente stato di shock. Poi l’intervento della Polizia di Frontiera, le cure del caso prestate in ospedale e la denuncia sporta negli uffici della Squadra Mobile di Brindisi.

Gli investigatori hanno effettuato un sopralluogo nel b&b e acquisito le immagini riprese dalle telecamere dell’aeroporto. Con ogni probabilità la prossima settimana la vittima, ospitata in una struttura protetta, sarà convocata per l’incidente probatorio. L’inchiesta è coordinata dai pm della procura di Brindisi, Antonio Negro e Livia Orlando. Nella giornata odierna la Procura ha presentato istanza di convalida del fermo. Il gip si esprimerà domani, dopo aver interrogato Haggis. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunta violenza sessuale: Paul Haggis mercoledì davanti al gip di Brindisi

BrindisiReport è in caricamento