Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Processo a Mimmo Mele rinviato al 23 novembre

ROMA - Slitta al 23 novembre l’udienza per il processo contro Cosimo Mele, ex deputato dell'Udc, nativo di Carovigno, che questa mattina si sarebbe dovuto tenere a Roma. Il giudice monocratico Maria Annunziata Nocera era impossibilitata a comparire e quindi slitta a dopo il periodo feriale.

ROMA - Slitta al 23 novembre l'udienza per il processo contro Cosimo Mele, ex deputato dell'Udc, nativo di Carovigno, che questa mattina si sarebbe dovuto tenere a Roma. Il giudice monocratico Maria Annunziata Nocera era impossibilitata a comparire e quindi slitta a dopo il periodo feriale.

Cosimo "Mimmo" Mele, difeso dall'avvocato Mario Guagliani, è accusato di detenzione di cocaina utilizzata la notte tra il 28 e il 29 luglio del 2007 in una stanza d'albergo, nel corso di una performance sessuale con due escort: una di Roma, Francesca Zenobi, e l'altra russa. La Zenobi, così come la stessa riferì ai sanitari del Pronto soccorso dell'ospedale della capitale dove fu portata da un'ambulanza del 118, dopo avere assunto molta cocaina, si sentì male.

La escort sostenne di essere stata abbandonata a se stessa dal parlamentare che aveva lasciato l'albergo senza chiamare i soccorsi. E per questo in un primo momento fu sottoposto a indagini anche per omissione di soccorso. Con il sostegno del suo legale, Mele riuscì a dimostrare che era stato proprio lui a sollecitare l'intervento del 118 rivolgendosi più volte alla reception dell'albergo (il Flora, in via Veneto), e quindi questa imputazione fu archiviata.

Quando esplose lo scandalo Mele era un deputato in ascesa. Nell'Udc, assieme al suo partito, si batteva per l'unità della famiglia. Quella notte a luci rosse e droga fu un brutto colpo. Dovette lasciare l'Udc e iscriversi al gruppo parlamentare misto. Una caduta di stile anche sul piano dell'immagine familiare.

La moglie in quei giorni aspettava una bimba (secondo figlio della coppia), che diede alla luce. Una nascita che salvò momentaneamente il matrimonio. Ma era ormai finita, il colpo per la signora Mele era stato terribile. E' passato del tempo, ma alla fine i due hanno preso strade differenti. L'udienza di oggi è stata dunque rinviata e se ne riparlerà in novembre, con l'escussione di altri testi, tra le quali la escort russa. La Zenobi è stata sentita in una delle udienze precedenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo a Mimmo Mele rinviato al 23 novembre

BrindisiReport è in caricamento