menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studente colto da malore il classe: il professore gli salva la vita

Un insegnante di Laboratorio di cucina dell'istituto alberghiero di Brindisi ha immediatamente soccorso un ragazzo che era appena svenuto

BRINDISI – Forse non è azzardato affermare che deve la sua vita al suo professore un ragazzo del quarto anno dell’istituto alberghiero “Pertini” di Brindisi che intorno alle ore 11 di oggi (18 gennaio) è stato colto da malore mentre si trovava in classe. Il ragazzo, residente a Manduria (Taranto), improvvisamente ha iniziato a tremare. Col passare dei minuti il tremore si è fatto sempre più intenso, fino a quando il malcapitato non ha perso conoscenza. Un compagno è riuscito a tenerlo tra le braccia evitando di farlo sbattere a terra. Una compagna ha chiamato subito il 118

La lingua gli si era rovesciata, ostruendogli le vie respiratorie. A quel punto il professore di Laboratorio di cucina, preparato ad affrontare situazioni del genere grazie a dei corsi di primo soccorso organizzati dalla scuola, è intervenuto immediatamente, eseguendo una manovra anti soffocamento. Quando il personale del 118 è giunto sul posto a bordo di un’ambulanza, lo studente aveva già riacquistato i sensi. Le sue condizioni, stando alle informazioni giunte successivamente dall'ospedale Perrino, pare siano buone. La tempestività con cui è intervenuto il docente con ogni probabilità è stata decisiva.

Il preside Vincenzo Antonio Micia, contattato da BrindisiReport, rimarca con orgoglio come il professore abbia applicato alla lettera quanto appreso nei corsi. “Come previsto dalla legge – dichiara i dirigente scolastico – i nostri insegnanti hanno affrontato dei corsi di primo soccorso. Grazie all’intervento del professore, che sapeva esattamente cosa fare, il ragazzo è riuscito a superare la fase più critica. I soldi investiti nella prevenzione possono apparire a fondo perduto, ma l’episodio odierno insegna che sono ben spesi. Salvare una vita umana vale più di ogni altra cosa”.

L’alberghiero, fra l’altro, è attivo anche sul fronte della sicurezza sul lavoro. “Oltre ai corsi di assistenza – prosegue Micia – ne facciamo altri riguardanti la sicurezza in cucina e in diversi settori lavorativi. I ragazzi che per la prima volta entrano in un laboratorio sono già preparati. Anche queste attività comportano un dispendio di risorse economiche, ma è necessario farlo”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento