rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Assalto armato in un centro commerciale di Lecce: si batte la pista brindisina

Hanno utilizzato un'Alfa 147 rubata giorni fa a Brindisi quattro banditi armati di pistole e fucili che nel pomeriggio hanno assaltato il centro commerciale Leclerc Conad, a Cavallino. Il mezzo è stato ritrovato subito dopo il colpo

CAVALLINO (Lecce) – Portano a Brindisi le indagini su un violento assalto armato che nel pomeriggio di oggi (8 maggio) è stato perpetrato da quattro banditi incappucciati e armati di pistole e fucili nel centro commerciale Leclerc Conad, nel territorio di Cavallino (Lecce). I delinquenti hanno raggiunto l’obiettivo a bordo di un’Alfa 147 rubata pochi giorni fa a Brindisi. Il mezzo è stato recuperato in una stradina laterale, con il motore ancora acceso. 

Un tappeto di cristalli sul pavimento, macchie di sangue, la tensione ancora palpabile fra i presenti un’ora dopo l’assalto di quattro uomini incappucciati e armati di pistole e fucili, entrati all’improvviso nel centro commerciale Leclerc Conad sulla strada statale 16, in territorio di Cavallino, e fuggiti con un bottino, soprattutto gioielli, al momento da quantificare.

Tutto s’è consumato poco dopo le 15. Un raid studiato in ogni dettaglio, che ha contemplato la presenza di almeno un quinto complice. L’Alfa, invece, è risultata rubata a Brindisi nei giorni scorsi ed è dunque anche verso la vicina provincia che condurranno le indagini, affidate ai carabinieri della compagnia di Lecce e della stazione di Cavallino.

I quattro rapinatori hanno fatto irruzione a passo svelto e si sono diretti verso la gioielleria, che si trova sulla destra rispetto a uno degli ingressi della galleria, minacciano i presenti e usando un piede di porco per spaccare le vetrine e arraffare quanti più gioielli fosse possibile. Una commessa s’è anche ferita a un dito, a causa dei vetri esplosi con i colpi assestati, ma i carabinieri della Sezione investigazioni scientifiche del Nucleo investigativo, sperano che vi sia anche sanghe di qualche rapinatore. Non è da escludere.

Sul posto i primi a intervenire sono stati i carabinieri del Norm di Lecce. A dar manforte nelle ricerche, anche le volanti di polizia. Ma al momento, non è chiaro con quale automobile si siano dati alla fuga finale. Tutte le fasi dell’assalto saranno riviste dagli investigatori usando le videocamere di sorveglianza di cui il centro commerciale è disseminato. Un altro elemento ultile, potrebbe essere proprio il piede di porco, abbandonato sul posto dopo il raid. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto armato in un centro commerciale di Lecce: si batte la pista brindisina

BrindisiReport è in caricamento