Cronaca

Rapina, sempre gravi i coniugi Scialpi

BRINDISI - Restano al momento in prognosi riservata, anche se sembrano migliorare le condizioni dei due coniugi rapinati domenica notte al quartiere La Rosa, mentre prosegue la caccia all'uomo dei carabinieri del reparto operativo di Brindisi. I militari guidati dal maggiore Alessandro Colella lavorano sotto stretto riserbo per chiarire ogni dettaglio della feroce rapina ai danni dei coniugi Caterina De Maria (64 anni) e Cosimo Scialpi (69 anni), imprenditore, titolare dell’omonima impresa di “Rottamazioni di industriali” lungo la Strada Statale 16.

BRINDISI - Restano al momento in prognosi riservata, anche se sembrano migliorare le condizioni dei due coniugi rapinati domenica notte al quartiere La Rosa, mentre prosegue la caccia all'uomo dei carabinieri del reparto operativo di Brindisi. I militari guidati dal maggiore Alessandro Colella lavorano sotto stretto riserbo per chiarire ogni dettaglio della feroce rapina ai danni dei coniugi Caterina De Maria (64 anni) e Cosimo Scialpi (69 anni), imprenditore, titolare dell'omonima impresa di "Rottamazioni di industriali" lungo la Strada Statale 16.

Cosa e quanto speravano di trovare i malviventi in casa di Cosimo Scialpi e la moglie tanto da massacrare in la donna e sparare poi alle gambe al marito? Tutti interrogativi al vaglio dei militari che non escludono nemmeno l'ipotesi che ad agire potrebbe essere una banda di criminali locali. Sottoposti ai rilievi scientifici intanto la Volvo utilizzata dai malviventi e le tre pistole sequestrate. Se sia stata una di queste ad aver sparato contro l'imprenditore saranno gli esami balistici a dirlo una volta estratta l'ogiva dal polpaccio dell'uomo che sarà comparata con i proiettili delle pistole trovate.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina, sempre gravi i coniugi Scialpi

BrindisiReport è in caricamento