rotate-mobile
Cronaca

Refurtiva in casa di un brindisino

BRINDISI – Gioielli, computer e componenti di macchine fotografiche professionali, ritrovati in casa di D.P.D., 32enne già noto alle forze dell’ordine, ben nascosti. Sui numerosi oggetti, che gli investigatori ritengono provento di furto da parte di un topo d’appartamento, il trentaduenne che ne era in possesso non era in grado di fornire valide giustificazioni circa la provenienza.

BRINDISI - Gioielli, computer e componenti di macchine fotografiche professionali, ritrovati in casa di D.P.D., 32enne già noto alle forze dell'ordine, ben nascosti. Sui numerosi oggetti, che gli investigatori ritengono provento di furto da parte di un topo d'appartamento, il trentaduenne che ne era in possesso non era in grado di fornire valide giustificazioni circa la provenienza.

I carabinieri del comando stazione di Brindisi Casale insieme con colleghi del Nucleo operativo e Radiomobile della locale Compagnia - guidati rispettivamente dal tenente Giovanni Chu e dal capitano Cristiano Tomassini - nel corso di blitz movimentato nel corso della mattinata di ieri hanno denunciato il brindisino per ricettazione.

In casa hanno trovato e sequestrato merce di un notevole valore economico: tre telefonini, un iPod, una stampante, teleobiettivi marca Nikon nonché dieci orologi da polso di varie marche tra cui un Patek Philippe ed altro materiale informatico.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Refurtiva in casa di un brindisino

BrindisiReport è in caricamento