Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca

“Non volevo uccidere il titolare della palestra”: resta in carcere

Convalidato l'arresto di Antonio Guadalupi, 48, di Brindisi: è accusato di tentato omicidio per aver esploso tre colpi di pistola contro la vetrata della palestra Ms Fitness di via del Lavoro. La difesa al Riesame

BRINDISI – “Non volevo uccidere e neppure ferire il titolare della palestra, ma ero ancora arrabbiato dopo il diverbio della sera precedente in pizzeria”.

guadalupi antonio-2Resta in carcere dopo aver respinto l’accusa di tentato omicidio Antonio Guadalupi, 48 anni, di Brindisi, noleggiatore di auto pressi l’aeroporto del Grande Salento, arrestato il 13 aprile scorso dai carabinieri dopo aver sparato tre colpi contro la vetrata della palestra Ms Fitness di via del Lavoro, nel rione Minnuta, della città. L’indagato è stato interrogato questa mattina dal gip Stefania De Angelis che ha convalidato l’arresto in relazione l’accusa mossa dal pm. Il difensore, Cosimo Luca Leoci, ha anticipato ricorso al Tribunale del Riesame per chiedere l’attenuazione della misura con il riconoscimento dei domiciliari.

Al momento sul conto di Guadalupi, pesano i rilievi dei militari secondo i quali l’indagato avrebbe sparato ad altezza uomo, a cinque metri di distanza dalla vetrata, la mattina poco prima delle 9. Tre i colpi calibro 6,35 esplosi: uno ha raggiunto la finestra, un altro il cornicione della vetrata e il terzo è andato a vuoto. Non ci sono stati feriti.

Guadalupi in sede di interrogatorio ha spiegato il contesto in cui sarebbe maturato il diverbio con il titolare del centro fitness e avrebbe indicato anche il locale nel quale sarebbe avvenuto. Movente privato, da chiarire e comunque tale da non poter essere archiviato quella sera. La mattina seguente, il noleggiatore voleva solo intimidire l’altro, stando alla versione consegnata al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brindisi. E per farlo avrebbe usato una pistola giocattolo, modificata.

L’indagato, in seguito a perquisizione, sia un auto che nella sua abitazione, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico e di un tirapugni di genere proibito e droga, 120  grammi di marijuana e dieci grammi di hascisc.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Non volevo uccidere il titolare della palestra”: resta in carcere
BrindisiReport è in caricamento