Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Restyling "Perrino": entro due mesi inizio lavori anche all'esterno dell'ospedale

"Il piano definitivo per la ristrutturazione esterna dell'edificio, lo abbiamo approvato proprio venerdì (7 agosto), entro fine mese daremo l'assenso per il progetto esecutivo e, poi, dovremo acquisire tutta una serie di pareri prima di poter procedere. Secondo alcuni calcoli, crediamo, insomma, che tra ottobre e novembre apriremo cantiere. Per quanto riguarda, invece, l'interno dello stabile, gli operai sono già a lavoro"

BRINDISI - “Il piano definitivo per la ristrutturazione esterna dell’edificio, lo abbiamo approvato proprio venerdì (7 agosto), entro fine mese daremo l’assenso per il progetto esecutivo e, poi, dovremo acquisire tutta una serie di pareri prima di poter procedere. Secondo alcuni calcoli, crediamo, insomma, che tra ottobre e novembre apriremo cantiere. Per quanto riguarda, invece,  l’interno dello stabile, gli operai sono già a lavoro”.

Queste le ultime notizie, giunte dalla Asl di Brindisi, attraverso il direttore generale, Giuseppe Pasqualone che, contattato dalla redazione di BrindisiReport.it, ha fatto il punto della situazione sull’opera di restyling dell’ospedale “Antonio Perrino”. Come era stato previsto, i lavori di ristrutturazione all’interno della struttura, affidati alla Manutencoop, attraverso convenzione Consip, sono Il cantiere all'ospedale Perrino-3-2iniziati qualche settimana fa, con un primo intervento che, gradualmente, per evitare che la comunicazione tra i vari reparti si interrompa del tutto, sta interessando gli ascensori, vera nota dolente del nosocomio brindisino, a causa della quale, negli ultimi anni, si sono registrati non pochi problemi e disagi. A questo, nel frattempo, si aggiungono la pitturazione delle mura e tutto ciò che riguarda il rifacimento della pavimentazione al piano terra.

Col passare dei giorni si continuerà, procedendo per step: si interverrà sulle porte, sul sistema antincendio e su molto altro, fino ad un restyling interno completo. Ma il nuovo look interesserà, come già detto in precedenza, anche tutta la parte esterna dell’ospedale e della quale, sempre con convenzione Consip (nell’ambito dei progetti di riqualificazione energetica, ai sensi del decreto 151, ndr), se ne occuperanno in Ati (Associazione temporanea di impresa, ovvero più imprese che si uniscono per la realizzazione di un progetto specifico) tre società (Siram, PimaVera e Saccir) che interverranno sulla struttura, sia attrezzandola di cappotto termico (tecnica di coibentazione termica e acustica delle pareti di un edificio che si serve dell’applicazione di materiale isolante all’esterno, invece, che all’interno delle pareti), il cui primo campione è già visibile dall’esterno del quarto piano dello stabile, sia andando a sostituire gli infissi. Il tutto per un’opera di riqualificazione assolutamente tecnologica ed energetica.

Cantiere all'ospedale Perrino 2-2-2“Penso che più veloci di così – prosegue Pasqualone – non si possa andare. Stiamo lavorando davvero molto intensamente per cercare di realizzare questo grande intervento di ristrutturazione,  che interessa l’intero edificio e tutti i suoi piani, nel più breve tempo possibile. Purtroppo, inevitabilmente, dobbiamo fare i conti anche con la burocrazia che, a volte, può provocare dei ritardi, ma, devo dire, che nonostante ciò, stiamo procedendo in maniera abbastanza spedita: il cantiere, all’interno, è stato già aperto da diversi giorni e gli operai stanno lavorando.

Adesso, il prossimo passo da compiere – conclude il direttore generale della Asl -  sarà relativo all’avvio dell’attività per il restyling esterno della struttura. Volendo fare delle previsioni, credo che da qui ad un anno e mezzo, l’ospedale tornerà ad essere completamente nuovo”. Nella foto in basso, il cappotto termico dell'ospedale Perrino

Il cappotto termico dell'ospedale Perrino-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restyling "Perrino": entro due mesi inizio lavori anche all'esterno dell'ospedale

BrindisiReport è in caricamento