menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggressione ai vigili: "Chiarire estraneità dell'edicolante"

Riceviamo dall'avvocato Antonella Mastropaolo una richiesta di precisazione a proposito dell'aggressione patita da due vigili urbani giorni orsono davanti ad una edicola di piazzetta Fornari

BRINDISI - Riceviamo dall'avvocato Antonella Mastropaolo una richiesta di precisazione a proposito dell'aggressione patita da due vigili urbani giorni orsono davanti ad una edicola di piazzetta Fornari. L'avvocato ritiene che dal nostro articolo appaia una responsabilità del gestore dell'edicola nell'aggressione, tanto da scatenare commenti in tal senso su Facebook.

Nel dare conto della cortese richiesta dell'avvocato Mastropaolo non possiamo però non sottolineare che dal nostro articolo, a nostro avviso, non traspaia in alcun modo un ruolo dell'edicolante nell'aggressione, e che molto spesso i commenti su Facebook sono conseguenza di una non lettura dell'articolo, atteggiamento di cui non siamo responsabili. Intendendo tuttavia collaborare nel dissipare ogni equivoco anche se non riconducibile al testo dell'articolo, pubblichiamo integralmente la nota.

Gentilissimi, scrivo la presente in nome, per conto e nell’interesse della Sig.ra Teresa FALCO, titolare dell’attività di rivendita di quotidiani e periodici sita in Brindisi, alla Piazzetta Fornari s.n., con riferimento all’articolo apparso  sulla Vostra testata on-line in data 14.06.2017, alle ore 20,14, intitolato “Agenti della Municipale aggrediti durante controlli su occupazione abusiva”, per significarVi quanto segue.

Dalla lettura del su richiamato articolo sembra che l’autore dell’aggressione al Vigile Urbano sia l’edicolante, dal momento che nel corpo dello stesso si riferisce espressamente di controllo eseguito a carico di un edicolante, che aveva esposto merce fuori dalla sua attività, da cui era nato un battibecco, conclusosi con un pugno in faccia ai pubblici ufficiali. In realtà, come è subito emerso, sia la titolare dell’attività che i suoi collaboratori sono del tutto estranei all’aggressione, sia verbale che fisica, perpetrata da terza persona e per motivi non riconducibili all’attività della mia Cliente.

Purtroppo, l’articolo, come si può facilmente evincere dalla lettura dei numerosi commenti postati sulla Vostra pagina facebook, ha provocato gravi danni all’immagine sia morale che commerciale della mia Assistita e dei suoi familiari, i quali hanno dovuto subire ed ancora subiscono critiche, commenti e offese come se fossero stati loro ad aggredire il Vigile Urbano.

Tutto ciò sta provocando grave nocumento alla attività della Falco, in quanto viene additata, non solo sui commenti facebook ma anche da passanti e clienti, come incivile e violenta, oltre che irrispettosa delle leggi, pur non essendo stata in alcun modo responsabile dell’aggressione, compiuta, lo si ripete, da terzo soggetto del tutto estraneo all’attività ed alla famiglia della mia Cliente.

Vogliate, pertanto, provvedere alla immediata e necessaria rettifica, dando la dovuta rilevanza, in modo che tale equivoco cessi e la figura della mia Assistita possa essere giustamente riabilitata, dovendo in difetto procedere come per legge. In attesa di Vostro cortese riscontro, colgo l’occasione per inviarVi distinti saluti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento