Cronaca

Il ragazzo aggredito al parco non aveva reagito a ripetute provocazioni

Si conoscono ulteriori e più precisi particolari sulla grave aggressione della serata di giovedì al parco dell'ex Cesare Braico, dove un ragazzo di 18 anni è stato colpito all'addome ed al volto con un bastone

BRINDISI – Si conoscono ulteriori e più precisi particolari sulla grave aggressione della serata di giovedì al parco dell’ex  Cesare Braico, dove un ragazzo di 18 anni è stato colpito all’addome ed al volto con un bastone da una baby-gang della zona. La vittima era assieme alla sua fidanzata e non aveva reagito alle provocazioni.

Poco prima delle 20, i due ragazzi stavano percorrendo a piedi via Appia, diretti al parco, quando sono stati affiancati da alcuni minorenni in bicicletta (ieri sera si pensava che anche la coppia fosse in bici). Il gruppo ha cominciato ad infastidire i due giovani fidanzati, ma il 18enne poi aggredito nel parco non ha reagito, limitandosi a rispondere che data la sua maggiore età non intendeva attaccare briga.

Mentre la coppia proseguiva verso l’ex Braico, i minorenni in bici chiamavano in causa un altro gruppo al quale veniva affidato l’incarico di affrontare il ragazzo che non aveva reagito alle prime provocazioni. E’ stato uno di questi ultimi, molto probabilmente di età compresa tra i 13 e i 15 anni stando alle testimonianze, ad avvicinare la coppia che intanto aveva raggiungo il parco, e a sferrare alcuni colpi di bastone al 18enne, provocandogli un esteso trauma contusivo al volto.

La vittima, uno studente di temperamento molto tranquillo, figlio di una coppia di professionisti brindisini, è stato soccorso e portato al pronto soccorso da un’ambulanza del 118, mentre la polizia sul posto raccoglieva elementi utili alle indagini. Il parco dell’ex Braico è molto frequentata di sera sia da giovani che da adulti che fanno jogging, ma evidentemente è battuto anche da soggetti con devianze da non sottovalutare.

Gli accertamenti sul ragazzo aggredito, a mezzanotte  erano ancora in corso. I medici del pronto soccorso avevano applicato al paziente un collare, ed era stata disposto un accertamento diagnostico al volto ed al cranio per stabilire la presenza o meno di lesioni più gravi di quelle visibili.

La banda che ha preso a bastonate il 18enne al Braico è probabilmente la stessa che da settimane aggredisce (sempre in gruppo) ragazzi, preferibilmente coppiette, nella zona tra il rione Santa Chiara e la zona dei Salesiani. La polizia è al corrente da tempo della situazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ragazzo aggredito al parco non aveva reagito a ripetute provocazioni

BrindisiReport è in caricamento