rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Rossi sindaco di Brindisi, proclamazione venerdì a Palazzo Nervegna

La cerimonia avrà inizio alle 17: 3.888 voti in più rispetto a Cavalera. Intanto oggi incontro con il commissario sul piano urbano della mobilità: prima iniziativa il 20 luglio. In Giunta nove assessori, il vice al Pd

BRINDISI – Proclamazione venerdì prossimo 29 giugno, cinque giorni dopo l’elezione a sindaco di  Brindisi. Riccardo Rossi diventerà primo cittadino a tutti gli effetti dopo il ballottaggio di domenica 24 giugno, quando ha superato l’avversario del centrodestra Roberto Cavalera, ottenendo il 56,61 per cento dei consensi rispetto al 43,39 per cento dell’avvocato risultato avanti al primo turno.

riccardo rossi sindaco moglie e figlie-2

La cerimonia

L’ufficialità dell’elezione arriverà con la proclamazione che si terrà alle 17 nella sala di  Palazzo Nervegna, dove il presidente della commissione elettorale circondariale comunicherà i risultati definitivi del secondo turno. Quasi quattromila voti di differenza: 16.658 per Rossi, 12.770 per Cavalera, forbice di 3.888. Rossi sarà accompagnato dalla moglie Paola e dalle figlie Francesca e Laura, sue prime sostenitrici nella campagna elettorale. Subito dopo la lettura del verbale, Rossi sarà a tutti gli effetti il nuovo sindaco di Brindisi e potrà insediarsi a Palazzo di città, il “vecchio” Palazzo sede del Comune, scelto come casa dei brindisini per essere più vicino agli uffici e al Consiglio comunale.

Per la proclamazione dei consiglieri eletti, invece, bisognerà avere un po’ di pazienza: è prevista per la metà del prossimo mese di luglio. Subito dopo l’Amministrazione di centrosinistra con Riccardo Rossi sindaco potrà partire e iniziare a lavorare. Nella speranza che questa volta il mandato della durata di cinque anni sia portato a termine, senza tribolazioni per dimostrare - nei fatti - che la storia è cambiata.

Un primo segnale positivo, in questa direzione, arriva dagli stessi candidati al Consiglio con Rossi,iI venti volti che sono stati presentati nella seconda parte della campagna elettorale, perché all’unisono dicono: “Siamo stati eletti per fare i consiglieri e lavoreremo in Assise, spazio ai tecnici per la Giunta”. Il che vuol dire che il neo sindaco avrà assoluta libertà di movimento nella scelta per la composizione della Giunta. Nella squadra di governo, già a poche ore dalla vittoria, l’ingegnere dell’Enea, aveva anticipato che nella squadra di governo cittadino ci sarebbero stati professionisti, titolari di competenze specifiche. Senza spartizione partitica. I posti disponibili sono nove.

Francesco Cannalire e Riccardo Rossi-2

Il risultato del Pd

Tenuto conto del risultato conquistato sul campo elettorale dal Partito democratico, non è da escludere che al Pd sia riconosciuto il vice sindaco. E’ la seconda forza politica della città, stando ai dati che si riferiscono al primo turno del 10 giugno scorso: 9,64 per cento dei consensi. Ha resistito all’avanzata del Movimento CinqueStelle che a Brindisi ha conquistato il primato con il 17,76 per cento, e al risultato del risorto Partito repubblicano arrivato all’8,55 per cento, sotto la spinta di Giovanni Antonino, poi rivelatasi un boomerang per Roberto Cavalera, l’avversario del centrodestra. Per l’avvocato penalista sul quale puntava l’onorevole Mauro D’Attis di Forza Italia non c’è stata l’onda lunga del recordman Gabriele Antonino con 1863 voti. Non solo. C’è stato il mix del non voto e del voto al centrosinistra per protesta arrivato da più parti. E c’è stata la fiducia alla presa di posizione del Pd di Brindisi nei confronti di quello pugliese, ancorato a Michele Emiliano, distante anni luce dalle posizioni della segreteria cittadina di Francesco Cannalire sui temi dello sviluppo: Tap, aeroporto di Grottaglie, e insediamento A2a solo per fare alcuni esempi. Del resto lo stesso Rossi è stato antagonista di Emiliano alle regionali.

riccardo rossi piano mobilità-2

Il piano della Mobilità

In attesa dell’insediamento al Comune, Rossi questa mattina è stato a Palazzo di città per partecipare all’incontro sul piano della Mobilità sostenibile, programmato dalla struttura commissariale. “Ringrazio il Commissario Giuffrè, che in attesa della proclamazione, mi ha invitato”, dice Rossi. Anche da primo cittadino continua a informare i cittadini usando il social Facebook, per una comunicazione immediata e diretta.

“Mi ha fatto molto piacere poter iniziare partendo da un tema, quello della Mobilità, a me molto caro e importante per il futuro di Brindisi”, dice. “In un ambiente molto cordiale alla presenza del presidente della Stp Rosario Almiento e dello staff tecnico della Società Trasporti pubblici, del gruppo di lavoro del Politecnico di Bari, abbiamo discusso dei principali temi”.

riccardo rossi piano mobilità bis-2

“Ho chiesto, per la prevista fase di ascolto e partecipazione, di realizzare una giornata sui temi della Mobilità per il 20 luglio, con un primo momento al mattino alle 10 a Palazzo Nervegna,  di illustrazione e confronto e poi nel pomeriggio alle 18 un'iniziativa pubblica in piazza Vittoria con distribuzione dei questionari e ascolto dei cittadini”. E’ la prima iniziativa di Rossi sindaco di Brindisi: parcheggi da mettere in ordine, fasce orarie di sistemare e trasporto pubblico, con particolare attenzione alla situazione dei corsi e delle zone e traffico limitato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rossi sindaco di Brindisi, proclamazione venerdì a Palazzo Nervegna

BrindisiReport è in caricamento