Cronaca Centro Storico / Via Guglielmo Marconi

Sorpreso con 7 bottiglie di alcolici nello zaino al Dok: denunciato

Pensava di poter uscire dal supermercato come se nulla fosse. Ma ai dipendenti del Dok di via Marconi, nel centro di Mesagne, non era sfuggito quel cliente che prelevava bottiglie di alcolici dagli scaffali e le riponeva all'interno di uno zainetto. Un rumeno senza fissa dimora, incensurato, è stato denunciato nella serata di ieri

La polizia del commissariato di Mesagne

MESAGNE – Pensava di poter uscire dal supermercato come se nulla fosse. Ma ai dipendenti del Dok di via Marconi, nel centro di Mesagne, non era sfuggito quel cliente che prelevava bottiglie di alcolici dagli scaffali e le riponeva all’interno di uno zainetto. Un rumeno senza fissa dimora, incensurato, è stato denunciato nella serata di ieri (3 febbraio) dai poliziotti del locale commissariato al comando del vicequestore Rosalba Cotardo.

Lo straniero si era impossessato di 7 bottiglie di alcol con le quali voleva allontanarsi dal discount, senza pagare. Ma il personale del Dok lo ha fermato e ha immediatamente contattato la polizia attraverso il 113. Gli agenti della Volante, giunti subito sul posto, hanno rinvenuto la refurtiva e l’hanno restituita la legittimo proprietario. Al rumeno è stato notificato il divieto di far ritorno nel Comune di Mesagne. 

Sempre nella giornata di ieri, il commissariato ha denunciato un 41enne del posto per aver circolato alla guida della sua auto estera, non immatricolata in Italia, sulla quale aveva apposto le targhe di altra autovettura a lui intestata ma risultata demolita. Inoltre l’automobilista era sprovvisto di patente, perché scaduta nel 2006, e di copertura assicurativa.

L'auto era stata notata durante un posto di controllo in via Tumo. Alla vista degli agenti, il conducente ha effettuato una repentina manovra di inversione di marcia. Ma i poliziotti hanno raggiunto il veicolo nel giro di pochi minuti e successivamente hanno contestato al mesagnese le accuse di  guida senza patente e mancanza di copertura assicurativa. La macchina è stata sottoposta a sequestro.

I servizi di controllo del territorio espletati dal commissariato non si concentrano solo in città. Nei giorni scorsi, infatti, delle pattuglie che presidiavano le zone rurali hanno trovato, nascosto nella folta vegetazione, un Fiat Iveco furgonato frigo, marchiato Parmalat, asportato e denunciato a San Vito dei Normanni, ed una Fiat Punto rubata per le vie di San Pietro Vernotico il 3 dicembre 2015, rispettivamente in Bosco dei Lucci ed in contrada Bosco Colombo. 

Infine, intorno alle ore 00,30 del 13 gennaio, sono stati fermati ed identificati nel centro cittadino quattro giovani di Manduria  (Taranto) di 27, 22, 23 e 19 anni che, a bordo della loro vettura, giravano senza una meta ed una giustificazione.  

Il 23 enne, già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio, annovera una serie di notizie di reato per furti, rapina aggravata, estorsione, in materia di stupefacenti ed è destinatario dell’avviso del questore di Taranto, del divieto di ritorno nel Comune di Maruggio e dell’obbligo di dimora. Il 27enne invece ha precedenti in materia di armi e reati contro il patrimonio, mentre gli altri due sono incensurati. Dalla perquisizione non è emerso nulla, ma per loro è stato avviato procedimento amministrativo finalizzato all’emissione del divieto di ritorno nel Comune di Mesagne. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso con 7 bottiglie di alcolici nello zaino al Dok: denunciato

BrindisiReport è in caricamento