Quasi un chilo di droga sotto gli ulivi: traditi dalla zappa e arrestati

In bici con una zappa che serviva a scavare nei pressi di alcuni alberi d'ulivo: sotto terra c'erano 900 grammi di marijuana. I due agricoltori improvvisati, Giorgio Candita e Samuele Marangio, entrambi ventenni, di San Pietro Vernotico, sono stati arrestati questo pomeriggio dai carabinieri

SAN PIETRO VERNOTICO - In bici con una zappa che serviva a scavare nei pressi di alcuni alberi d’ulivo: sotto terra c’erano 900 grammi di marijuana. I due agricoltori improvvisati, Giorgio Candita e Samuele Marangio, entrambi ventenni, di San Pietro Vernotico, sono stati arrestati questo pomeriggio dai carabinieri. I militari dell’Arma, in borghese, li hanno seguiti mentre a suon di pedalate raggiungevano il terreno di proprietà di persone non ancora identificate, ma probabilmente ignare di tutto, muniti di arnese per scavare. La grossa zappa ha destato l’attenzione degli uomini della stazione di San Pietro che hanno deciso di pedinare la coppia e di verificare di persona quale fosse il loro da fare in campagna, lungo la strada che conduce a Torchiarolo, poco distante dal cimitero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri sono rimasti in disparte mentre i due si adoperavano nell’appezzamento alla ricerca di qualcosa che era stata sepolta in un luogo preciso e individuabile, tra gli ulivi. Sono andati a colpo sicuro. Hanno prelevato due buste e si sono rimessi in marcia, sempre sulle due ruote. A quel punto sono stati fermati: uno dei due aveva con sé un involucro contenente 500 grammi di sostanza e ha tentato di disfarsene. L’altro ne aveva 200. Il resto era stato lasciato dov’era, conservato in un paio di contenitori con chiusura ermetica. Lo hanno trovato i carabinieri che, sentito il pm di turno, Antonio Costantini, hanno proceduto con l’arresto in flagranza dei due, personaggi già conosciuti alle forze dell’ordine, che hanno nominato l’avvocato Francesco Cascione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro sulla provinciale: muore un bambino di 16 mesi

  • Nuova ordinanza regionale: obbligo di mascherina anche in spazi all'aperto

  • Coronavirus, nuovo picco di contagi: 33 casi in Puglia, 4 nel Brindisino

  • Scontro fra auto e scooter sulla provinciale: muore il motociclista

  • Rapina in pieno giorno: banditi armati di taglierino assaltano banca

  • Tragedia in mare: sub trovato senza vita sul fondale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento