menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santa Teresa: "Lavoratori garantiti fino a fine 2016, ora si pensi al 2017"

"Gli obiettivi del tavolo permanente costituito presso la Prefettura, di salvaguardia dei livelli occupazionali della società in house Santa Teresa, per l’anno 2016, sono stati raggiunti"

BRINDISI – Almeno fino alla fine del 2016 potranno dormire sogni tranquilli di dipendenti della Santa Teresa, grazie allo svincolo, da parte della Regione Puglia, delle somme   non utilizzate  nell’ambito del Programma venatorio regionale per le annualità  2011/2012, 2012/2013 e 2013/2014 e da destinare  ai piani di impresa della società partecipata. Adesso però si pone il problema di come garantire la sopravvivenza dell’azienda anche nel 2017.

Il punto della situazione è stato fatto nel corso di un vertice sulla società in house che si è svolto stamani in prefettura, in presenza del prefetto Annunziato Vardé. Hanno partecipato i rappresentanti  dell’amministrazione provinciale  di Brindisi, il rappresentante della “Task Force Regionale sull’occupazione e le crisi aziendali” Giovanni  Stasi, l’amministratore unico della Santa Teresa Riccardo Montingelli e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Cobas e Confsal.

“L’ articolata e complessa vicenda, che ha visto - nel corso delle varie riunioni del tavolo  di mediazione permanente  istituito  presso la Prefettura-, un serrato confronto tra gli attori istituzionali, a vario titolo coinvolti ed una continua attività di sensibilizzazione da parte del Prefetto di Brindisi – si legge in una nota della prefettura - ha trovato una favorevole soluzione con la delibera della  Giunta Regionale, adottata in data 23 novembre,  di svincolo della somma di 365.846,08 euro  in favore della Provincia di Brindisi e nella successiva adozione, da parte del Consiglio Provinciale, dell’atto deliberativo con il quale le somme suddette sono state destinate al finanziamento dei piani d’impresa per la società in house fino al 31 dicembre 2016”.

Pertanto, gli obiettivi del tavolo permanente costituito presso la Prefettura, di salvaguardia dei livelli occupazionali della società in house Santa Teresa, per l’anno 2016, sono stati raggiunti.

“Al termine dell’incontro, che ha fatto registrare particolare apprezzamento da parte delle organizzazioni sindacali per il conseguimento del suddetto obiettivo – si legge ancora nella nota - si è concordato che l’amministrazione provinciale darà corso, tramite i dipendenti uffici, agli affidamenti dei servizi in favore della società partecipata sino al 31 dicembre 2016. Seguirà, nei prossimi giorni, presso l’Amministrazione Provinciale ulteriore incontro con le organizzazioni  per valutare l’ individuazione di una possibile soluzione atta a consentire la legittima prosecuzione delle attività anche per il 2017, tenuto conto delle disponibilità economico-finanziarie della Provincia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento