Cronaca

Scioperano i vigili del fuoco, clima di tensione all'interno del Comando

Protestano i vigili del fuoco di Brindisi; la mobilitazione, indetta quest'oggi (15 febbraio) da Cisl, Uil, Usb e Conapo, organizzazioni sindacali territoriali dei vigili del fuoco, ha potuto contare su una massiccia partecipazione del personale

BRINDISI - Protestano i vigili del fuoco di Brindisi; la mobilitazione, indetta quest’oggi (15 febbraio) da Cisl, Uil, Usb e Conapo, organizzazioni sindacali territoriali dei vigili del fuoco, ha potuto contare su una massiccia partecipazione del personale.

Una mobilitazione che ha avuto inizio intorno alle 10.00, davanti la sede del Comando Provinciale di Brindisi, in via Nicola Brandi, e che si è conclusa all’interno del palazzo della prefettura, dove i rappresentanti sindacali hanno avuto modo di incontrare il prefetto di Brindisi, Annunziato Vardè, per poter riferire, in primis, le cause che hanno portato alla protesta odierna e soprattutto per trovare una soluzione adottando le necessarie misure istituzionali.Un momento della manifestazione davanti il Comando dei vigili del fuoco di Brindisi

A monte una contestazione, da parte dei vigili del fuoco, uniti sotto le sigle sindacali, nei confronti del comandante provinciale Michele Angiuli, colpevole, da quanto riferiscono, di aver instillato, col suo operato, un clima di malumore nel personale, disinteressandosi dei reali problemi del Comando.

“Denunciamo un clima di tensione all’interno del Comando - dichiara a BrindisiReport.it il rappresentante sindacale Uilpa - Vigili del fuoco, Francesco Sperto -  un clima generato da una gestione, a nostro avviso, indirizzata a discapito del personale dei vigili del fuoco, una gestione che colpisce la dignità di noi lavoratori”.

Diverse le problematiche non affrontate dal dirigente e contestate dai sindacati: dalla logistica delle sedi di servizio, agli automezzi, ai problemi legati all’organico insufficiente. Nodi cruciali, che contribuiscono alla situazione di grave disagio vissuta dal personale, che così si trova ad operare senza la necessaria serenità.

La video intervista ai rappresentanti sindacali

“Ci sono delle problematiche ormai incancrenite - continua Sperto - problematiche che devono essere risolte, soprattutto per permettere a noi lavoratori di offrire alla cittadinanza quel servizio, quel soccorso da sempre all’altezza delle aspettative”.Il personale dei vigili del fuoco durante la mobilitazione

La mobilitazione, come già scritto, ha avuto nell’incontro col prefetto, il momento più importante: “Il prefetto ha ascoltato le nostre ragioni - spiega il segretario generale sindacale Fns Cisl, Teodoro Giosa, raggiunto da BrindisiReport.it - si è subito mostrato disponibile: naturalmente dovrà prima di tutto ascoltare la controparte, ma il suo obiettivo, come il nostro, è quello di trovare un punto d’incontro. Una mediazione che, speriamo, dia i suoi frutti. Adesso non rimane che attendere i risultati dell’incontro tra il prefetto e il dirigente, dopo di che prenderemo le dovute decisioni”. 

L'adesione allo sciopero "del personale operativo impegnato per soccorso", da quanto riferito dalle organizzazioni sindacali,  è  stata del 77 per cento . Inoltre la partecipazione alla manifestazione svoltasi all'esterno della  struttura (Comando Provinciale vvf Brindisi) ha coinvolto  oltre 150 Vigili Del  Fuoco liberi dal servizio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scioperano i vigili del fuoco, clima di tensione all'interno del Comando

BrindisiReport è in caricamento