Cronaca

Sciopero generale: il Comune si scorda del palco. Polemica Consales-Cgil

Dalla manifestazione sindacale svoltasi ieri a Brindisi nell'ambito della mobilitazione nazionale contro il "jobs act" è scaturita una vivace diatriba fra il segretario provinciale della Cgil, Michela Almiento, e il sindaco di Brindisi, Mimmo Consales. La prima ha accusato l'amministrazione comunale di "disattenzione nei confronti del mondo del lavoro"

BRINDISI – Dalla manifestazione sindacale svoltasi ieri a Brindisi nell’ambito della mobilitazione nazionale contro il “jobs act” è scaturita una vivace diatriba fra il  segretario provinciale della Cgil, Michela Almiento, e il sindaco di Brindisi, Mimmo Consales. La prima ha accusato l’amministrazione comunale di “disattenzione nei confronti del mondo del lavoro”, poiché una volta arrivati ai piedi della scalinata Virgilio, i manifestanti non hanno trovato il palco che il Comune si era incaricato di allestire. Il secondo, pur prendendo atto del “disguido” riconducibile agli uffici del settore Traffico, si dice “dispiaciuto per le parole del segretario provinciale".

“L’amministrazione comunale aveva regolarmente autorizzato l’utilizzo del piccolo palco in nostro possesso – afferma il primo cittadino in una nota Il sindaco di Brindisi, Mimmo Consalesstampa – nonostante il nostro ente non sia tenuto a fornirlo in quanto non rientra nelle nostre competenze. La richiesta è stata regolarmente autorizzata dall’assessore Luperti ed inspiegabilmente, a causa di un disguido, gli uffici del settore Traffico non hanno seguito le procedure”.  Nel garantire di voler andare a fondo della questione, Consales rimarca la “gravità” della parole della Amineto, che fra l’altro si è espressa anche a nome del sindacato Uil.

“Non è giusto parlare di ‘disattenzione’ delle istituzioni locali  - afferma Consales - quando proprio sindacati sanno cosa stiamo facendo per l’occupazione”. A detta di Consales, “il Comune di Brindisi è la più importante stazione appaltante della provincia con appalti per oltre cento milioni di euro e quindi con ritorni per l’imprenditoria locale e per l’occupazione”. 

“E’ la prima volta che accade nella storia di Brindisi  - prosegue il sindaco - e i sindacati non possono non tenerne conto, così come non possono ignorare cosa stiamo facendo per  rendere più attrattivo il nostro territorio, a partire dalla velocizzazione degli iter autorizzativi da parte degli uffici comunali per favorire investimenti”. 

“Ieri mattina, poi, durante la manifestazione (a cui, peraltro, non sono stato invitato se non ad evento quasi terminato) – conclude Consales - ero impegnato a trovare un sistema per cercare di pagare con puntualità gli stipendi ai dipendenti del servizio di nettezza urbana, della Multiservizi ed ai dipendenti comunali. Sentirmi accusato di superficialità è davvero ingeneroso e vanifica gli sforzi compiuti in direzione di un dialogo costante tra ente locale e sindacati”.

Michela Almiento, segretaria Cgil BrindisiSentita in mattinata da BrindisiReport, Michela Almiento conferma l’accusa mossa ieri al primo cittadino. “E’ la seconda volta – dichiara il segretario provinciale della Cgil – che incappiamo in un disguido di questo tipo con il Comune di Brindisi. Lo scorso inverno, infatti, sempre in occasione di una manifestazione sindacale, l’amministrazione comunale si dimenticò di allestire l’impianto per l’amplificazione a piazza Cairoli. Stavolta, per fortuna, all’amplificazione avevamo provveduto noi, con i megafoni”. Quanto agli sforzi profusi sul piano occupazionale, “il Comune – a detta della Almiento – sta facendo semplicemente quello che una pubblica amministrazione, come stazione appaltante, deve fare”.

Tornando allo sciopero, la Almiento rincara la dose: “E’ inaccettabile che nessuno durante il corteo ci abbia avvisato del contrattempo”. “Quando ci siamo resi conto della mancanza del palco – conclude il segretario provinciale – abbiamo tentato di contattare qualcuno del Comune, ma non siamo riusciti a parlare con nessuno. Il sindaco non si risenta. Ogni tanto, anche lui deve rendersi conto che ci sono delle cose sulle quali è bene chiedere scusa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero generale: il Comune si scorda del palco. Polemica Consales-Cgil

BrindisiReport è in caricamento