Cronaca Centro Storico

Scippo all'uscita dalla chiesa: le telecamere inchiodano il responsabile

La refurtiva è stata trovata a pochi passi dalla sua abitazione. Le immagini riprese dalle telecamere, poi, hanno fatto il resto. I poliziotti del commissariato di Ostuni al comando del commissario capo Gianni Albano hanno denunciato il responsabile dello scippo ai danni di un’anziana verificatosi domenica scorsa (8 novembre) nei pressi  della chiesa dei Cappuccini

OSTUNI –  La refurtiva è stata trovata a pochi passi dalla sua abitazione. Le immagini riprese dalle telecamere, poi, hanno fatto il resto. I poliziotti del commissariato di Ostuni al comando del commissario capo Gianni Albano hanno denunciato il responsabile dello scippo ai danni di un’anziana verificatosi domenica scorsa (8 novembre) nei pressi  della chiesa dei Cappuccini.

Si tratta dell’ostunese M.M., di 27 anni, già noto alle forze dell’ordine. Lo stesso, messo alle strette dalle forze dell’ordine, ha fatto ammissione di colpevolezza. Il malfattore è entrato in azione intorno alle ore 10. Ha aspettato che si concludesse la santa messa per affiancare una pensionata all’uscita dell’edificio religioso e strapparle la borsetta. Subito dopo si è dileguato a piedi per le vie limitrofe, sotto gli sguardi di numerosi fedeli.

Il personale della sezione Volanti e dell’Anticrimine del commissariato si recò rapidamente sul posto, raccogliendo le testimonianze della vittima e di altre persone. I fotogrammi dei numerosi impianti di videosorveglianza presenti in zona, passati al setaccio nelle ore immediatamente successive allo scippo, indirizzarono subito gli investigatori sulle tracce di M. M.

Le forze dell’ordine reuperarono la borsa in una via poco distante dall'abitazione del giovane: evidente segno che lo scippatore se ne era disfatto oprima di rientrare a casa. A stretto giro i poliziotti si sono presentati presso l'appartamento del 28enne e lo hanno condotto in commissariato per interrogarlo. 

Al cospetto degli elementi raccolti dagli agenti, fra cui le testimonianza di alcune persone che hanno riferito di averlo visto fuggire dal luogo del borseggio e per di più verso la stessa direzione della sua abitazione, il giovane ha confessato. La borsa, il denaro e i documenti che si trovavano al suo interno sono stati restituiti all’anziana, che ha manifestato profonda gratitudine nei confronti dei poliziotti. M.M. è stato denunciato per furto con destrezza.  

Nel corso dei controlli che hanno portato all’individuazione del presunto scippatore, i poliziotti hanno trovato anche un motociclo che era stato rubato giorni fa per le vie della Città Bianca. Il mezzo era stato del tutto riverniciato e reso perfettamente funzionante al punto che il legittimo proprietario, in sede di restituzione, faticava a riconoscerlo.

Il rischio che il veicolo potesse essere utilizzato per mettere a segno furti o rapine era più che concreto. Ma grazie all’attenzione riposta dalla polizia nella quotidiana attività di prevenzione e repressione dei reati, la minaccia è stata sventata. Anche l'atteggiamento collaborativo da parte dei cittadini ha giocato un ruolo importante. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scippo all'uscita dalla chiesa: le telecamere inchiodano il responsabile

BrindisiReport è in caricamento