Cronaca Ostuni

Scontro sulla provinciale: geometra muore dopo venti giorni di agonia

Dopo 20 giorni di agonia si è spento stamani un giovane geometra di Ostuni che lo scorso 14 settembre rimase coinvolto in un terribile impatto avvenuto sulla strada provinciale che collega Ostuni alla marina di Villanova. Si tratta del 36enne Fabio Contento. Insieme a lui, a bordo di una Fiat Punto di colore grigio, viaggiava il padre, il 67enne Nicola Contento

OSTUNI - Dopo 20 giorni di agonia si è spento stamani un giovane geometra di Ostuni che lo scorso 14 settembre rimase coinvolto in un terribile impatto avvenuto sulla strada provinciale che collega Ostuni alla marina di Villanova. Si tratta del 36enne Fabio Contento. Insieme a lui, a bordo di una Fiat Punto di colore grigio, viaggiava anche il padre, il 67enne Nicola Contento, ancora ricoverato in gravi condizioni presso l’ospedale Perrino. 

L’incidente avvenne intorno alle ore 16. Padre e figlio stavano rincasando. La loro villetta si trova proprio sulla strada per Villanova. Mentre si apprestavano a svoltare verso il viale di ingresso dell’abitazione, sono stati tamponati da un Suv condotto da un ostunese. L’impatto fu violento. Il conducente del fuoristrada non riportò neanche un graffio. Fabio e Nicola Contento rimasero incastrati nel groviglio di lamiere della Fiat Punto.Fabio Contento-2

Sul posto si recarono subito un paio di ambulanze con personale del 118, seguite da una squadra di vigili del fuoco e dai vigili urbani della Città Bianca. Le condizioni dei due infortunati parvero fin da subito estremamente serie. Stamani, purtroppo, si è consumato il tragico epilogo di questa vicenda. Fabio è spirato nel reparto di Rianimazione, mentre il padre continua a lottare per la vita. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro sulla provinciale: geometra muore dopo venti giorni di agonia

BrindisiReport è in caricamento