rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Centro Storico / Via Lata

"Partigiani assassini": sfregiati i manifesti affissi lo scorso 25 aprile

La scritta oltraggiosa, accompagnata da una croce celtica, è stata impressa su uno dei manifesti realizzati da un movimento che ha organizzato una iniziativa per il prossimo 1 maggio

BRINDISI – Una croce celtica sormontata dalla scritta “Partigiani assassini”: così, all'angolo fra via Lata e via Porta Lecce, è stata sfregiata una delle locandine che pubblicizzano un evento riguardante la giornata della Liberazione dal Nazifascismo e la Festa dei lavoratori che da giorni campeggiano per le vie della città.

Si tratta di manifesti affissi lo scorso 25 aprile da un movimento che si ispira ai valori della Resistenza, contestualmente a una serie di fogli con cui idealmente è stata cambiata la denominazione di alcune vie, intitolandole ai partigiani (via Duomo, ad esempio, è diventata “via Teresa Noce (1900-1980), partigiana politica e antifascista italiana”, mentre via Gianbattista Casimiro diventa “via Lina Merlin” (1887-1979), partigiana, politica, insegnante”).

E nella giornata odierna è apparsa quella scritta oltraggiosa, impressa con un pennarello di colore nero, sulla locandina realizzata dagli organizzatori della proiezione di un video documento che avverrà l’1 maggio, a partire dalle ore 20, presso la saletta Agorà di via San Benedetto, “per ricordare i partigiani e il popolo che in armi scacciarono la canaglia nazifascista, liberano l’Italia dalla infame dittatura”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Partigiani assassini": sfregiati i manifesti affissi lo scorso 25 aprile

BrindisiReport è in caricamento