Comune, cercasi ufficio per la presidenza del Consiglio

Inagibile Palazzo Nervegna: era stato disposto il trasloco in via Casimiro, presso la ripartizione Pes, ma la soluzione non convince e si pensa al ritorno a Palazzo di città. Senza sede, revocato l'acquisto dei mobili nuovi per 1.600 euro. Trasferimenti affidati alla Multiservizi

BRINDISI – Cercasi nuova sede per l’ufficio della presidenza del Consiglio, rimasto a corto di spazio istituzionale perché Palazzo Nervegna è inagibile. Impossibile restare di fronte alla muffa che mangia l’intonaco delle pareti, trasloco urgente. Dove? Manca una risposta definitiva.

urbanistica e lavori pubblici via casimiro-2

A fine gennaio era stato disposto il trasloco in via Casimiro, nella sede della Ripartizione alla Programmazione economica, ma la soluzione non ha convinto per mancanza di spazi, tanto è vero che nel frattempo è stato revocato l’acquisito dei complementi d’arredo che erano stati ordinati per un costo totale di 1.600 euro. Il Comune aveva prenotato: “un tavolo da riunione rotondo in cristallo Meeting a un prezzo di 879 euro, oltre Iva, fornito dalla ditta Armetta Antonino di Firenze, due appendiabiti autoportanti marca Compir al prezzo di 34,99 euro ciascuno oltre Iva, forniti dalla stessa impresa e quattro sedie Victoria Ghost marca Kartell al prezzo di 160 euro ciascuno fornite dalla ditta Arredamenti Viterbo srl”.

L’affidamento era stato formalizzato, con determina, il 30 dicembre scorso, ma è stato “accertato che la fornitura degli arredi di che trattasi è divenuta non più indispensabile a fronte dello spostamento degli uffici del Consiglio comunale”, motivo per il quale lo stesso dirigente ha disposto la revoca.

Dove metterli? La sede ricavata a titolo di ospitalità nella ripartizione Pes era troppo piccola. Nelle ipotesi al vaglio dell’Amministrazione, ora c’è il ritorno a Palazzo di città dove l’ufficio di presidenza è sempre stato prima dell’arrivo della sindaca Angela Carluccio. La prima cittadina, come si ricorderà, ha voluto per sé e per il suo staff, dalla segretaria personale al portavoce, per arrivare al consulente politico che ora non c’è più, sino al capo di Gabinetto, un intero corridoio del Palazzo di piazza Matteotti. Motivi di organizzazione e di contatto con i cittadini. L’ufficio di presidenza, quindi, venne spostato al Nervegna. E adesso?

Palazzo Nervegna-2-3

A quanto pare, in via sperimentale, da fine febbraio è stata messa a disposizione una stanza vicino alla macchina fotocopiatrice che c’è alla fine del corridoio. Si tratterebbe di un “appoggio” non di una “residenza” vera e propria perché anche in questo caso, il problema è lo spazio: angusto per l’ufficio di presidenza. Necessario, quindi, un nuovo trasloco. Dove? Pare nel settore Contratti, dove si sarebbe liberata una stanza ritenuta adeguata. Sarà lo spostamento definitivo? Ad occuparsi dello spostamento sarà la società partecipata Multiservizi, così come è avvenuto nelle precedenti occasioni: per il trasloco dal secondo piano del Nervegna al quarto in via Casimiro, il preventivo è stato pari a 1.288 euro oltre Iva, per quello da via Casimiro a Palazzo di città 450 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel cinema: si è spenta la regista brindisina Valentina Pedicini

  • Polpo da record: giornata di pesca fruttuosa a Lendinuso

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Sgombero da alloggio popolare: la famiglia resiste, sfratto prorogato

  • Covid-19: oltre 10mila i tamponi effettuati. I positivi continuano a crescere

  • Banda delle spaccate scatenata: doppio raid in centro

Torna su
BrindisiReport è in caricamento