Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Sigilli agli appartamenti di un ex contrabbandiere: sequestro da 570mila euro

Sequestrati i beni dell'ex contrabbandiere Vito Sabatelli, in applicazione della normativa che prevede l'aggressione dei beni acquisiti tramite attività illecite

FASANO – Con i proventi del contrabbando di sigarette aveva accumulato un ingente patrimonio, intestandolo  in gran parte alla moglie, alla figlia e alla suocera. Ma il fatto di affidarsi a quelli che di fatto sono considerati dei prestanome non è bastato ad aggirare le normative che prevedono l’aggressione , da parte dello Stato, dei beni acquisiti grazie attività illecite. Un sequestro da 570mila euro è stato dunque eseguito a carico del fasanese Vito Sabatelli, attivo nel contrabbando di tabacchi lavorati esteri fra gli anni  '80 e '90.

Da quanto appurato dai militari del nucleo di polizia tributaria al comando del tenente colonnello  Giuseppe Maniglio, Sabatelli, sottoposto in passato alla misura di prevenzione personale di pubblica sicurezza, nel corso degli ultimi trenta anni ha accumulato un patrimonio immobiliare risultato sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati. Il tribunale di Brindisi, condividendo le proposte di misure di prevenzione, ha disposto il sequestro di due appartamenti e di un garage che si ritiene appartengano a Sabatelli.

“L’odierna operazione – si legge in una nota della Finanza - testimonia ancora una volta il quotidiano impegno delle Fiamme gialle nell’aggressione ai patrimoni illeciti nonché la valenza dello strumento degli accertamenti economico-patrimoniali, costantemente eseguiti su tutto il territorio nazionale, e non solo, che rappresentano, oggi, lo strumento di intervento più incisivo nella lotta alla criminalità comune ed organizzata”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sigilli agli appartamenti di un ex contrabbandiere: sequestro da 570mila euro

BrindisiReport è in caricamento