rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Materiali di soccorso e gommoni dalla Base Onu di Brindisi per la Serbia inondata

Quattro gommoni ed altri mezzi per i soccorsi in partenza dalla Base Onu di Brindisi, e 200 mila euro saranno messi a disposizione dalla Cooperazione Italiana per gli aiuti umanitari alle popolazioni della Serbia colpite dalle inondazioni causate dalle piogge torrenziali

BRINDISI - Quattro gommoni ed altri mezzi per i soccorsi in partenza dalla Base Onu di Brindisi, e 200 mila euro saranno messi a disposizione dalla Cooperazione Italiana per gli aiuti umanitari alle popolazioni della Serbia colpite dalle inondazioni causate dalle piogge torrenziali abbattutesi sulla regione in questi ultimi giorni.

La decisione della Farnesina e' stata annunciata oggi a Belgrado dall'ambasciatore italiano Giuseppe Manzo, come immediata risposta del governo italiano agli appelli che Belgrado ha lanciato alla comunita' internazionale. Lo stesso Primo Ministro Aleksandar Vucic nelle scorse ore si era direttamente rivolto, con una sua lettera personale, al presidente del Consiglio Matteo Renzi per chiedere il sostegno italiano.

Il contributo, attraverso la Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezza Luna Rossa, e' concesso alla Croce Rossa serba che potrà così acquistare generi di prima necessità destinati alle popolazioni in difficoltà. Mentre i gommoni, insieme ad altri mezzi e beni di soccorso, partiranno nelle prossime ore dalla Base Logistica dell'Onu di Brindisi.

L'iniziativa della Farnesina, e' coordinata dalla direzione generale per la Cooperazione allo sviluppo, che in queste ore si e' tenuta in costante collegamento con le ambasciate in Serbia e Bosnia, i due paesi piu' direttamente colpiti dalle inondazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Materiali di soccorso e gommoni dalla Base Onu di Brindisi per la Serbia inondata

BrindisiReport è in caricamento