rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Società Trasporti Pubblici, convocata l'Assemblea dei soci: l'incontro entro la fine del mese

BRINDISI – Il Consiglio d'Amministrazione della Stp si è riunito e - esattamente come era nelle previsioni - alla fine si è deciso per la convocazione dell'Assemblea dei soci. Tre sono state le date indicate per Comune, Provincia e Regione. Non è ancora stato fissato il giorno dell'incontro, ma sicuramente avverrà entro la fine del mese.

BRINDISI - Il Consiglio d'Amministrazione della Stp si è riunito e - esattamente come era nelle previsioni - alla fine si è deciso per la convocazione dell'Assemblea dei soci. Tre sono state le date indicate per Comune, Provincia e Regione. Non è ancora stato fissato il giorno dell'incontro, ma sicuramente avverrà entro la fine del mese.

Durante il Consiglio di Amministrazione sono stati affrontati tutti gli argomenti relativi alle problematiche dell'azienda, non ultimo il blitz compiuto giorni fa dalla guardia di finanza negli uffici della Stp, per acquisire una serie di documenti relativi ai criterio sulla selezione degli addetti. E, inevitabilmente, è stato automatico il collegamento con un esposto sindacale - firmato Uiltrasporti lo scorso luglio - in cui si lamentavano anomalie nelle assunzioni del personale. E nel mirino delle accuse erano finiti sia il presidente Onofrio Cretì sia il consigliere comunale dell'Udc Antonio Pisanelli, tuttora rappresentante del Comune all'interno del Consiglio di Amministrazione della Stp.

Alle tante polemiche sui debiti e sui bilanci negativi dell'azienda, il sindacato aveva dato una spiegazione accusando il Cda di non riuscire a gestire l'azienda in modo efficace, e aggiungendo poi che dietro determinati ruoli all'interno della Stp si possano nascondere favoritismi di parentela. "Pisanelli - spiegava la Uiltrasporti - dice di richiamarsi al presidente della Provincia. La verità vera è che Pisanelli rappresenta, forse, se stesso e gli interessi sempre più avidi della sua famiglia. Il fidanzato della figlia di Pisanelli è stato assunto senza concorso come impiegato; la fidanzata del figlio è stata assunta dalla società a cui è stata affidata la gestione (fallimentare) dell'Urp ed oggi Pisanelli cerca di assorbire i dipendenti Urp all'interno della Stp". Quanto a Cretì, "il presidente ha assunto il segretario del suo ufficio come capo ufficio responsabile informatico, senza concorso, e una parente presso il solito ufficio Urp. Quell'ufficio, contrariamente a quanto afferma Pisanelli, ha prodotto nell'intera gestione 2006/2009 una perdita netta di 482.805,47 euro con una perdita operativa di gestione attesa al 2010 di 257.563,34 euro".

Accuse alle quali i diretti interessati hanno risposto sia all'epoca sia oggi. Se Cretì parla di una situazione economica che va effettivamente esaminata partendo da un bilancio che parte già in negativo perchè non tutti gli enti soci coprono le spese, Pisanelli ha aggiunto: "Nessuno con il mio cognome lavora in azienda. Non capisco certe posizioni dei sindacati, che all'inizio erano d'accordo con tutte le nostre decisioni, e adesso non lo sono più".

Entrambi comunque si sono detti tranquilli anche dopo il blitz, definito "un atto dovuto", affermando che è giusto che vengano tutte le verifiche del caso, e che loro non hanno nulla da nascondere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Società Trasporti Pubblici, convocata l'Assemblea dei soci: l'incontro entro la fine del mese

BrindisiReport è in caricamento