menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La stazione carabinieri di  Latiano

La stazione carabinieri di Latiano

Sperona auto e ferisce militare: arrestato

LATIANO - Ha speronato l’auto dei carabinieri, ne ha ferito uno al piede dopo aver innestato la retromarcia per darsi alla fuga. La ragione? Aveva con sé 12 dosi di droga, quasi tutta eroina. Dopo un inseguimento rocambolesco tra Latiano e San Vito dei Normanni è stato arrestato Vincenzo Leo, 37 anni, già noto alle forze dell’ordine e difeso dall’avvocato Giancarlo Camassa.

LATIANO - Ha speronato l'auto dei carabinieri, ne ha ferito uno al piede dopo aver innestato la retromarcia per darsi alla fuga. La ragione? Aveva con sé 12 dosi di droga, quasi tutta eroina. Dopo un inseguimento rocambolesco tra Latiano e San Vito dei Normanni è stato arrestato Vincenzo Leo, 37 anni, già noto alle forze dell'ordine e difeso dall'avvocato Giancarlo Camassa. I fatti si sono verificati questa mattina. Leo era a bordo della propria vettura quando i militari gli hanno imposto l'alt per un controllo.

Ha cercato in tutti i modi di scappare via, ma gli uomini dell'Arma lo hanno inseguito. Ha lasciato il paese, ma nel comune vicino c'erano gli altri militari ad attenderlo al varco. A quel punto ha cercato disperatamente di sottrarsi. Immaginava che il quantitativo di droga, in considerazione anche dei suoi trascorsi, gli avrebbe comportato il trasferimento nel carcere di via Appia, senza ombra di dubbio. Ha inserito la retromarcia, ha travolto la gazzella: uno sportello si è chiuso e la gamba di uno dei carabinieri è rimasta incastrata. Non sono gravi le lesioni, ma è pesante il pacchetto di accuse: violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Gli sono state comminate anche le sanzioni previste per la guida di un veicolo privo di assicurazione.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento