menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Incendio in cima alla strada sui colli

Incendio in cima alla strada sui colli

Strada dei colli: fiamme alte, tra il bosco e l’asfalto

OSTUNI - Un violento incendio ha interessato una vasta area boschiva poco distante dal Santuario di San Biagio, nel tratto, mai ultimato, dove sarebbe dovuta sorgere la nuova strada provinciale Ostuni-Cisternino. Un tracciato rimasto sulla carta e sostituito di recente da un percorso alternativo che da mesi, esattamente come lo è stato per anni il precedente, è al centro di un durissimo braccio di ferro tra le Istituzioni locali e gli ambientalisti.

OSTUNI - Un violento incendio ha interessato una vasta area boschiva poco distante dal Santuario di San Biagio, nel tratto, mai ultimato, dove sarebbe dovuta sorgere la nuova strada provinciale Ostuni-Cisternino. Un tracciato rimasto sulla carta e sostituito di recente da un percorso alternativo che da mesi, esattamente come lo è stato per anni il precedente, è al centro di un durissimo braccio di ferro tra le Istituzioni locali e gli ambientalisti.

Le fiamme hanno distrutto alcuni ettari di sottobosco e macchia mediterranea, interessando un'ampia fascia di terreno adiacente lo sterrato. L'allarme è scattato tempestivamente. A sollecitare i soccorsi sono stati alcuni residenti della zona, che hanno notato i primi focolai in cima ai santuari di Sant'Oronzo e San Biagio. Di lì a pochi minuti divampava così un violento incendio che per un paio di ore avrebbe visto impegnato in zona il personale dei vigili del fuoco di Ostuni.

Dopo un paio d'ore, passato il peggio, la situazione è tornata sotto controllo. Le fiamme erano state finalmente domate. Attorno alla zona sono stati predisposti controlli da parte degli operatori del Settore Foreste della Regione Puglia. Indagini sono in corso per valutare l'origine del rogo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento