menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentato furto nell'associazione Domenico Modugno: un arresto in flagranza

Furto sventato dai carabinieri di San Pietro Vernotico grazie alla segnalazione di un cittadino. Ai domiciliari un 43enne munito di cacciavite

SAN PIETRO VERNOTICO – Si è introdotto furtivamente nella sede dell’associazione culturale “Domenico Modugno” di piazza del Popolo, a San Pietro Vernotico, ma un cittadino ha contattato i carabinieri. E’ stato arrestato in flagranza di reato il 43enne Giuseppe Massari, del posto. Questi nel pomeriggio di ieri (11 aprile) ha forzato il portone di ingresso dell’associazione mediante l’utilizzo di un grosso cacciavite, ma è stato bloccato da una pattuglia di carabinieri della locale stazione.

I militari, dopo la telefonata di un cittadino pervenuta sull'utenza telefonica della locale Stazione, giunti sul posto, hanno riscontrato diversi MASSARI Giuseppe, classe 1975-2segni di effrazione sul portone d'ingresso. Una volta entrati, hanno sorpreso il 43enne che con un telefono cellulare utilizzato come torcia illuminava l'area nelle adiacenze di un altro cancello in ferro posto a divisorio tra l’atrio di ingresso e la rampa di scale che conduce ai locali al piano superiore; bloccato e sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di un cacciavite a taglio, lungo 22 centimetri, utilizzato per forzare il portone.

L'arnese da scasso è stato sottoposto a sequestro. Su disposizione dell'autorità giudiziaria, dopo le formalità di rito, Massari, difeso dall'avvocato Michele Lariccia, è stato accompagnato presso la sua abitazione e sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, con l’accusa di tentato furto aggravato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento