Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Terremoto calcio scommesse: le due partite del Brindisi al vaglio della Dda

Sono due le partite del Brindisi al vaglio della Dda di Catanzaro nell'ambito dell'inchiesta su un presunto giro di scommesse legate al calcio che stamani ha portato all'emissione di 50 provvedimenti di fermo in tutta Italia, Si tratta di Pomigliano-Brindisi (0-4) del 14 dicembre 2014 e Brindisi-San Severo 2-1 del 30 novembre 2014

BRINDISI – Sono due le partite del Brindisi al vaglio della Dda di Catanzaro nell’ambito dell’inchiesta su un presunto giro di scommesse legate al calcio che stamani ha portato all’emissione di 50 provvedimenti di fermo in tutta Italia, fra i cui destinatari figurano anche l’ex patron del Brindisi, Antonio Flora, suo figlio, Giorgio Flora, l’attuale proprietario, Vito Morisco, e il consulente Savino Daleno. Si tratta di Pomigliano-Brindisi (0-4) del 14 dicembre 2014 e Brindisi-San Severo 2-1 del 30 novembre 2014.

Questi successi segnarono l’inizio della riscossa degli uomini allenati da mister Castellucci (subentrato il 30 settembre 2014 a Chiricallo) dopo un disastroso avvio di campionato. La vittoria sul San Severo fu decisa nel primo tempo. I padroni di casa si portarono in vantaggio con l’under Lorusso, al 19’. Ancora raddoppiò al 34’, realizzando un calcio di rigore concesso ai biancazzurri  a seguito di un’uscita fuori tempo del portiere del San Severo Carotenuto, che sgambettò lo stesso Ancora.

Cammarota accorciò le distanze per i foggiani al 47’, approfittando anche in quel caso di un’uscita fuori tempo del portiere Pizzolato, con la complicità della retroguardia brindisina, sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina. Nel corso della ripresa, i biancazzurri amministrarono il vantaggio senza troppe difficoltà. Sugli spalti del Fanuzzi erano presenti circa mille spettatori. Fra i tifosi regnava forte scetticismo dopo le sconfitte collezionate in avvio di stagione. A novembre, il Brindisi sembrava destinato a un campionato all’insegna dell’anonimato.

La zona playoff sembrava una chimera. E invece la vittoria con San Severo fu seguito da altri tre successi di fila, grazie ai quali la compagine biancazzurra si portò a ridosso della zona playoff. Fra questi c’è anche la goleada in casa del Pomigliano. La partita non ha mai avuto storia. Gli ospiti si portarono in vantaggio con Varsi, al 13’. Poi andarono a bersaglio: Molinari, al 24’, Loiodice, al 44’, e Ancora, al 48’.

Fra gennaio e marzo, il Brindisi inanellò un’altra serie di risultati grazie ai quali si portò vicino al secondo posto. Ma l’incantesimo si è rotto fra la fine di marzo e i primi mesi di aprile, quando è avvenuto il passaggio di quote da Antonio Flora all’attuale proprietario Vito Morisco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto calcio scommesse: le due partite del Brindisi al vaglio della Dda

BrindisiReport è in caricamento