rotate-mobile
Lunedì, 29 Maggio 2023
Cronaca Sant'Elia / Via Andrea Mantegna

Ladri e vandali non gli davano tregua: "Costretto a chiudere la pizzeria"

A 28 anni Davide Sardano ha dovuto prendere una delle decisioni più difficili della sua vita: chiudere l'attività rilevata dal padre, all'interno di parco Buscicchio, e trasferirsi al Nord

BRINDISI – Lo scorso febbraio ha dovuto prendere una delle decisioni più sofferte della sua vita: chiudere la pizzeria rilevata dal padre e trasferirsi in Friuli. Si tratta di una scelta forzata. Purtroppo Davide Sardano, a 28 anni, ha dovuto arrendersi ai ladri e ai vandali che per anni hanno preso di mira la sua attività, fra furti e danneggiamenti senza senso. La pizzeria “Al Parco", situata all’interno di parco Buscicchio, al rione Sant’Elia, è chiusa da quattro mesi, ma resta uno dei bersagli prediletti dei teppisti. Gli ultimi raid sono avvenuti lo scorso fine settimana (18-19 giugno).

“Sabato – spiega Sardano a BrindisiReport – sono entrati nel locale dopo aver rotto delle finestre. Ieri (domenica 19 giugno, ndr) si sono introdotti nuovamente, rubando dei coltelli e delle bottiglie di spirito”.  Davide, tornato temporaneamente a Brindisi per motivi di salute, ha sporto denuncia sia alla polizia che ai carabinieri. L’archivio delle forze dell’ordine è pieno zeppo di precedenti analoghi. Negli ultimi anni la pizzeria di parco Buscicchio, rilevata da Davide Sardano dopo l’improvviso decesso del padre, ha subito una sfilza di furti e atti vandalici. Destino analogo è toccato anche alla tensostruttura situata all’interno dello stesso parco, al centro di numerosi incendi dolosi appiccati da bande di incivili. 

“Finché ho potuto – racconta Sardano – ho tenuto duro. Ma alla fine sono arrivato a un punto in cui ho dovuto dire: ‘basta’”. All’interno della pizzeria, però, tuttora intestata a Saradno, si trovano anche delle attrezzature di un certo valore. La cosa non sfugge ai malintenzionati, che di tanto in tanto si rifanno vivi. “Ormai la pizzeria – prosegue Sardano – è un capitolo chiuso. In Friuli faccio tutt’altro. Non ho intenzione di tornare a Brindisi”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri e vandali non gli davano tregua: "Costretto a chiudere la pizzeria"

BrindisiReport è in caricamento