menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa on line e assicurazione fasulla: tre persone denunciate

Una cittadina ha acquistato un telefono su internet senza riceverlo e un altro ha stipulato una polizza assicurativa senza ottenere la copertura

Due denunce per truffa tra Torchiarolo e Oria. Una cittadina ha acquistato un telefono su internet senza riceverlo e un altro ha stipulato una polizza assicurativa senza ottenere la copertura. Entrambe le vittime si sono rivolte ai carabinieri che hanno individuato i responsabili.

Torchiarolo

I carabinieri della locale stazione hanno denunciato 20enne residente a Ladispoli. Il giovane, dopo aver messo in vendita su una piattaforma commerciale on-line un “Apple IPhone X”, ha riscosso dalla vittima la somma richiesta mediante transazione su carta prepagata “poste-pay” a lui intestata, per un totale di 399 euro, interrompendo i rapporti con l’acquirente e rendendosi irreperibile. La vittima una ragazza 25enne di Torchiarolo, dopo aver effettuato vari tentativi infruttuosi finalizzati a contattare il truffatore, ha deciso di formalizzare denuncia nei suoi confronti.

carabinieri torchiarolo-2

Oria

I carabinieri della locale stazione al termine degli accertamenti, hanno denunciato una 50enne di Sant’Antimo e un 25enne residente a Villa Literno (Ce), pe truffa in concorso. I due, simulando di essere broker assicurativi per conto di una nota compagnia di assicurazioni operante in ambito internazionale, hanno fatto stipulare una “vantaggiosa” polizza assicurativa ad un cittadino di Oria che li aveva contattati attraverso un sito internet, inviando anche la relativa documentazione riguardo al veicolo da assicurare.

Completata l’operazione, l’uomo ha ricevuto la polizza fasulla e inviato il denaro ai sedicenti broker. Inoltre, all’assicurato era stato riferito che avrebbe potuto sospendere la polizza in qualsiasi momento e successivamente riattivarla senza particolari formalità. Ed è così che è stata scoperta la truffa. L'uomo poiché doveva recarsi all’estero per lavoro e rimanerci per circa due mesi, ha contattato la sede centrale della compagnia in Italia, che è a Milano al fine di sospendere la polizza. Con stupore ha appreso che il veicolo non risulta assicurato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento