Cronaca Torchiarolo

Resistenza a pubblico ufficiale e spaccio, due denunce 

Scorrazzava ad alta velocità nel paese con l’auto di un amico ma senza aver mai conseguito la patente e quando ha incrociato i carabinieri si è dato alla fuga abbandonando il veicolo in strada ma quando è tornato a casa, dopo qualche ora, ad attenderlo, insieme a mamma e papà, c’erano i carabinieri

TORCHIAROLO – Scorrazzava ad alta velocità nel paese con l’auto di un amico ma senza aver mai conseguito la patente e quando ha incrociato i carabinieri si è dato alla fuga abbandonando il veicolo in strada ma quando è tornato a casa, dopo qualche ora, ad attenderlo, insieme a mamma e papà, c’erano i carabinieri. È così che un 24enne di Torchiarolo, S.D.I., incensurato è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e guida senza patente. È accaduto nella serata di giovedì 5 novembre a Torchiarolo. Il giovane che conduceva una Fiat Punto, come già detto, quando ha incontrato una pattuglia dei carabinieri, impegnati in un servizio di controllo del territorio, disposto dal comandante di stazione, il maresciallo Vincenzo Corianò, invece di fermarsi ha accelerato dando vita a un lungo inseguimento. Quando ha capito di non avere speranze ha abbandonato il veicolo fuggendo a piedi. Tanto è bastato per permettere ai militari, profondi conoscitori del territorio, di individuarlo. Invece di continuare a cercarlo si sono recati a casa sua ad aspettarlo. Per lui, quindi, non c’è stato scampo.

Nella mattinata di oggi, venerdì 6 novembre, invece, è finito nei guai un 48enne sempre di Torchiarolo, G.M. Nell’ambito della stessa attività di controllo del territorio, questa volta mirata a dare un freno ai traffici di droga, l’uomo, già noto alle forze dell’ordine è stato trovato con venti grammi di hashish, bilancino pezzi di cellophane dalla forma circolare che si ritiene vengano utilizzati per confezionare la droga. I carabinieri hanno perquisito la sua abitazione con l’ausilio dei cani antidroga, la sostanza stupefacente era nascosta nel cassetto del comodino. Per lui è scattata la denuncia per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Resistenza a pubblico ufficiale e spaccio, due denunce 

BrindisiReport è in caricamento