rotate-mobile
Cronaca Fasano

Torre canne: stop all’incrocio semaforico. Affidati i lavori per la rotatoria

FASANO - Sarà pure intelligente, ma il semaforo (da tempo peraltro fuori uso) che sino ad oggi ha regolato l’accesso alla borgata di Torre Canne, presto andrà definitivamente in pensione, sostituito da una rondò. Il Comune ha già provveduto ad affidare i lavori. Prossimo passo: l’apertura del cantiere da parte della ditta “Convertini Giovanni” di Locorotondo, aggiudicataria della gara d’appalto per la realizzazione della rotatoria e di tratti di marciapiede a Torre Canne (frazione balneare di Fasano), all’incrocio di via Appia-via del Faro (strade provinciali per Pezze di Greco e per Pozzo Faceto).

FASANO - Sarà pure intelligente, ma il semaforo (da tempo peraltro fuori uso) che sino ad oggi ha regolato l'accesso alla borgata di Torre Canne, presto andrà definitivamente in pensione, sostituito da un rondò. Il Comune ha già provveduto ad affidare i lavori. Prossimo passo: l'apertura del cantiere da parte della ditta "Convertini Giovanni" di Locorotondo, aggiudicataria della gara d'appalto per la realizzazione della rotatoria e di tratti di marciapiede a Torre Canne (frazione balneare di Fasano), all'incrocio di via Appia-via del Faro (strade provinciali per Pezze di Greco e per Pozzo Faceto).

L'impresa ha offerto la percentuale più alta (il 48,338 per cento) di ribasso sul prezzo a base di gara (che era di 233.720,10 euro). L'appalto, infatti, come previsto nelle lettere d'invito alle prime cinque ditte iscritte nell'Elenco comunale dei fornitori, prevedeva l'aggiudicazione della gara alla società che avesse presentato il ribasso più alto. Tra le cinque imprese invitate, in quattro hanno presentato offerte, l'ultima, la "Co.Edil srl" di San Vito, con lettera ha ringraziato il Comune per l'invito affermando di non presentare offerta poiché impossibilitata (qualora fosse risultata vincitrice) ad espletare i lavori previsti nel termine di 60 giorni richiesti.

«Questa è la prima gara che espletiamo col metodo della procedura negoziata attraverso l'invio di lettere d'invito a presentare offerte alle prime cinque ditte inserite nell'Elenco comunale dei fornitori - afferma Donato Ammirabile, consigliere comunale delegato ai Lavori pubblici -. E mi pare che la cosa sia stata molto gradita dalle ditte, tant'è che persino chi non ha ritenuto di presentare la propria offerta ci ha scritto ringraziandoci per l'invito ricevuto».

«L'Elenco degli operatori economici lo abbiamo approvato il 17 febbraio scorso - sottolinea Ammirabile - ed è uno strumento di lavoro importante per facilitare l'iter procedurale di espletamento delle gare e per consentire alle imprese un giusto turn over: alle prossime gare inviteremo le altre ditte che seguono queste prime invitate in questa occasione. Ovviamente - chiarisce Ammirabile - possiamo attingere all'Elenco senza dover esperire la classica gara soltanto nei casi in cui l'appalto non è superiore ai 550mila euro come prescriva la normativa in materia».

I lavori per la realizzazione della rotatoria dovranno iniziare nei prossimi giorni per essere completati entro la fine del mese di giugno: «Siamo riusciti ad anticipare i tempi - afferma il sindaco Lello Di Bari -; mi sono personalmente recato a Bari, in due occasioni diverse, nella sede dell'Ato. L'Autorità di Bacino, infatti, ha dovuto esaminare il progetto, considerato che l'intervento ricade in area ad alta pericolosità idraulica, e per far ciò mi sono occupato personalmente - spiega Di Bari - di sollecitare l'esame del fascicolo progettuale, devo dire grazie anche ai buoni uffici dell'assessore regionale Fabiano Amati».

«Così, prima dell'estate piena - assicura il sindaco Di Bari - sarà sistemato quell'incrocio pericoloso nel quale insiste un impianto semaforico "intelligente" non funzionante da anni per il quale, comunque, proprio in previsione della realizzazione della rotatoria, abbiamo chiesto alla ditta vincitrice della gestione dei semafori di non prodigarsi per la sostituzione della centralina ai fini del funzionamento dell'impianto. L'incrocio sarà così completamente sicuro - sottolinea Di Bari - rendendo scorrevole il traffico veicolare che, d'estate, in quel punto, è davvero notevole e produce veri e propri imbottigliamenti, creando file e disagi agli automobilisti».

La rotatoria avrà un diametro di 18 metri, mentre l'incrocio verrà illuminato con l'apposizione di 16 pali, oltre a faretti led di segnalazione della stessa rotatoria all'interno della quale verranno realizzate 8 aiuole. Lungo le due strade verranno inoltre realizzati appositi marciapiedi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre canne: stop all’incrocio semaforico. Affidati i lavori per la rotatoria

BrindisiReport è in caricamento