rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Tra tradizioni e rievocazioni al via la seconda edizione del Medieval Fest

Un tuffo nel passato per la città di Brindisi che da il via alla seconda edizione del Medieval Fest. L'appuntamento presentato nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Nervegna, si sdoppia in due trance: il 27, 28 e 29 giugno prossimi si svolgerà a Brindisi e Carovigno per poi ritornare il 4 settembre solo a Brindisi in concomitanza con la festa patronale

BRINDISI - Un tuffo nel passato per la città di Brindisi che da il via alla seconda edizione del Medieval Fest. L’appuntamento presentato nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Nervegna, si sdoppia in due trance: il 27, 28 e 29 giugno prossimi si svolgerà a Brindisi e Carovigno per poi ritornare il 4 settembre solo a Brindisi in concomitanza con la festa patronale. 

L’evento quest’anno si svolgerà con una formula arricchita dalla presenza di nuovi artisti e rievocatori che permetteranno alla città di assumere un aspetto ancora più magico e suggestivo. Una novità importante è che la notte bianca medievale si trasferirà anche a Carovigno, già invasa da migliaia di sbandieratori accorsi per una competizione nazionale della Fisb (Federezione Italiana Sbandieratori). 

Nella seconda edizione il ruolo di Federico II, rivestito lo scorso anno da un grande Michele Placido, è stato affidato all’attore e regista Marcantonio Gallo che interpreterà l’imperatore sui testi del giornalista Mario Antonelli, direttore artistico della manifestazione.  Il Medieval Fest presenterà la rievocazione della partenza di Federico II da Brindisi per la cosidetta “Crociata della pace” (28 settembre 1228) vera e propria missione politica in Terra Santa che l’imperatore condusse senza l’utilizzo delle armi, fino a conquistare Gerusalemme. 

Marcantonio Gallo-5Il programma prevede a Brindisi venerdì  27 giugno prossimo, un corteo storico che attraverserà la città fino ad arrivare ai piedi della Scalinata Virgilio dove si potrà assistere allo spettacolo e al discorso di Marcantonio Gallo nei panni di Federico II e contemporaneamente il “Borgo dei Saperi e dei Sapori”, presso il museo Mapri, in piazza Duomo e in via Colonne (dalle ore 10.00 alle 19.00 ingresso per gruppi organizzati – dalle ore 20.00 ingresso libero). A Carovigno, invece,  dal 27 al 29 si svolgerà la  XVII edizione dei Giochi Giovanili della bandiera e ancora il “Borgo dei saperi e dei sapori e un “Accampamento militare” presso il castello con attività didattiche e spettacoli a tema. 

Il Medieval Fest nasce dopo una ricostruzione attenta e dettagliata della storia medievale e dei vari protagonisti effettuata da esperti in filologia tra cui il professore Giacomo Carito di Storia Patria per la Puglia. L’evento, inoltre, gode del patrocinio della Regione Puglia, del Teatro Pubblico Pugliese, del Museo Archeologico Provinciale, del Comune della Provincia di Brindisi e della Camera di Commercio e conta sul contributo della società elettrica Enel, suo principale sponsor. 

L’amministrazione comunale – ha affermato il sindaco Mimmo Consales – ha scelto di puntare su eventi che destagionalizzino il turismo. Abbiamo ospitato grandi iniziative: il Negroamaro Wine Festival, la regata Brindisi-Corfù, non potevamo non chiudere il mese di giugno con la seconda edizione del Medieval Fest, una rievocazione storica importante, utile per esaltare il ruolo della città nella storia dell’Europa. Crediamo che affacciarsi alla tradizione, alle ricostruzioni filologiche sia una delle maniere migliori per fare cultura e marketing territoriale.”

Marzia Bagnulo-5Per quanto riguarda Carovigno è la prima volta che la città si cimenta nell’organizzazione di un evento del genere. “Siamo orgogliosi quest’anno di ospitare un grande evento qual è quello del Medieval Fest – ha spiegato l’assessore alla Cultura e al Turismo Marzia Bagnulo - perchè il tutto tra l’altro sarà vissuto nello scenario meraviglioso del nostro centro storico e del nostro castello. Auspichiamo che questa sinergia tra i due Comuni possa continuare e magari abbracciare altre istituzioni. Solo facendo sistema e una preventiva programmazione si potrà creare un calendario di iniziative che contribuiscano a promuovere il turismo delle città.” (Fotoservizio Gianni Di Campi)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra tradizioni e rievocazioni al via la seconda edizione del Medieval Fest

BrindisiReport è in caricamento