menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tre iniziative del Comune per le festività, e 30mila euro per buoni pasto

Dalle casette di Natale ad uno stand per i bambini, e un concerto per San Silvestro. Poi duecento buoni da 150 euro ciascuno da distribuire agli indigenti, qualche iniziativa in periferia, e luminarie in centro e nei quartieri

BRINDISI - L'amministrazione comunale di Brindisi fa sapere che la commissione designata a tale scopo ha effettuato un’accurata selezione tra 41 rpposte pervenute, "tenendo presenti come criteri la validità dell’iniziativa e la congruità dei costi", e contenendo la spesa in 57mila euro concenterà su tre iniziative le manifestazioni per le festività di fine anno. Eccole.

Mercatino di Natale in piazza Vittoria con casette in legno per prodotti di gastronomia, artigianato e tradizioni natalizie, da sabato 3 dicembre 2016 a venerdì 6 gennaio 2017, con la presenza di artisti di strada e altre iniziative collaterali, come da proposta del Cat (Centro assistenza tecnica) di Brindisi. Natale per i bambini con stand riscaldato con caminetto, casetta per le lettere, giochi, trono di Babbo Natale. Per 20 giorni ci sarà un programma di giochi e intrattenimento, dalle ore 17 alle ore 20, come proposto dalla “El Trenecito” di Brindisi.

Spettacolo della notte di San Silvestro, a partire dalle ore 23, con la musica proposta da Sandro Toffi e il concerto della cantautrice Neja il cui repertorio spazia da brani di musica celtica a quelli gospel, ma che con la musica dance ha un record di circa 4 milioni di copie vendute in tutto il mondo. Come da proposta della “Bloom Srl” di Lecce.

"Avendo contenuto le spese per le manifestazioni principali in 57 mila euro circa (rispetto a una somma disponibile di circa 108mila euro), è stato deciso di destinare 21 mila euro a varie iniziative che saranno scelte sempre tra quelle vagliate dalla commissione e che si svolgeranno prevalentemente nei quartieri di periferia", si annuncia in un comunicato.

"Gli altri 30mila euro, su decisione della sindaca Angela Carluccio, saranno sottratti alle manifestazioni natalizie e utilizzati per consegnare circa 200 buoni pasto di 150 euro ciascuno per le famiglie indigenti di Brindisi. Una cifra che va a rimpinguare significativamente i 50mila euro originariamente destinati a quei brindisini che in questo momento hanno maggiore necessità di assistenza". Chi selezionerà le famiglie destinarie di questa una tantum natalizie non viene spiegato.

Le luminarie, già finanziate precedentemente, saranno collocate – come previsto -  nelle vie centrali della città e anche nelle periferie. “Compiendo queste scelte - dichiara la sindaca Carluccio - pensiamo di aver optato per un Natale in cui si dà il giusto spazio alla festa e al divertimento, ma con un pensiero a chi ha bisogno di un aiuto concreto”. Per quanto riguarda eventi di un certo spessore, non resta che sperare nelle iniziative di associazioni e sodalizi culturali, oppure fare qualche puntata in provincia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento