Cronaca

Vanno a svaligiare una casa nel Salento: finisce male per due brindisini

Erano andati fino a Salice Salentino (Lecce) per svaligiare un appartamento, ma il proprietario è rientrato prima del previsto. I brindisini Antonio Cesaria, 49 anni, e Francesco Lagatta, 44 anni, già noti alle forze dell'ordine, sono stati colti con le mani nel sacco dai carabinieri della locale stazione. I due sono entrati in azione ieri pomeriggio

SALICE SALENTINO (Lecce) – Erano andati fino a Salice Salentino (Lecce) per svaligiare un appartamento, ma il proprietario è rientrato prima del previsto. I brindisini Antonio Cesaria, 49 anni, e Francesco Lagatta, 44 anni, già noti alle forze dell’ordine, sono stati colti con le mani nel sacco dai carabinieri della locale stazione.  I due sono entrati in azione ieri pomeriggio (5 marzo).

Hanno raggiunto il bersaglio, un appartamento situato al civico 137 di via Leone De CESARIA ANTONIO.jpg1-2Castris, a bordo di un’Alfa Romeo 159 station wagon. Al momento del loro arrivo l’appartamento era vuoto. Ma il figlio del proprietario dell’immobile, il 36enne A.Q., nel rincasare, intorno alle ore 16,40, ha notato dei segni di effrazione sulla porta di ingresso.  Sospettando che qualcuno fosse entrato furtivamente, l’uomo ha subito chiesto l’intervento dei carabinieri (nella foto a destra, Antonio Cesaria).

Una pattuglia della stazione si trovava nelle vicinanze proprio nell’ambito di un servizio di prevenzione dei furti in appartamento. I militari hanno bloccato Lagatta mentre tentava di fuggire a piedi per le vie limitrofe. Allo stesso tempo, un altro equipaggio ha fermato Antonio Cesaria vicino all’Alfa 159, intestata a Lagatta. Questi, pur avendo rovistato diverse stanze dell’abitazione, non era riuscito a prendere nulla.

Entrambi, di concerto con il pm di turno del tribunale di Lecce, sono stati condotti presso la casa circondariale del capoluogo salentino (nella foto in basso, Francesco Lagatta)

LAGATTA FRANCESCO.jpg1-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vanno a svaligiare una casa nel Salento: finisce male per due brindisini

BrindisiReport è in caricamento