rotate-mobile
Cronaca

Veronica a Pisa, Selena sa di Melissa

MESAGNE – Selena Greco la 16enne rimasta ferita nell’attentato di sabato 19 maggio scorso dinanzi alla scuola “Morvillo - Falcone” e attualmente ricoverata nel reparto di Chirurgia Plastica dell’ospedale di Brindisi Antonio Perrino nonché compagna di classe (II A) di Melissa Bassi, la 16enne rimasta, invece, uccisa, sta molto meglio e fra poche settimane potrà tornare a casa a Mesagne. A dirlo è Giulia Bacile, zia di Selena.

MESAGNE - Selena Greco la 16enne rimasta ferita nell'attentato di sabato 19 maggio scorso dinanzi alla scuola "Morvillo - Falcone" e attualmente ricoverata nel reparto di Chirurgia Plastica dell'ospedale di Brindisi Antonio Perrino nonché compagna di classe (II A) di Melissa Bassi, la 16enne rimasta, invece, uccisa, sta molto meglio e fra poche settimane potrà tornare a casa a Mesagne. A dirlo è Giulia Bacile, zia di Selena.

"Ho sentito qualche minuto fa la mia Selena - ha dichiarato a BrindisiReport.it, Giulia, la zia della ragazza -. I medici, durante la visita quotidiana, le hanno detto che le sue condizioni stanno migliorando di giorno in giorno e che fra qualche settimana può fare rientro a casa. Era felicissima". Finalmente una notizia positiva, dopo sei giorni, dopo il tragico evento di sabato scorso. Selena Greco è la ragazza meno grave rispetto alle altre. E' ricoverata nel reparto di Chirurgia Plastica del nosocomio brindisino, da sabato scorso.

"Lunedì scorso è stata operata per trattare le ustioni riportate sul collo, la schiena e il viso. Ma lei è più tranquilla - ha continuato Giulia Bacile - perché i medici le hanno detto che non dovrebbe avere dei segni permanenti". La 16enne continua giorno dopo giorno a reagire, la sua forza, come quella di tutte le altre ferite nell'attentato, è una speranza in più per tutti. "E' stato e continua ad essere per tutti - continua la zia di Selena Greco - un episodio inspiegabile. Il dolore che tutti noi, come anche le ragazze ferite, è indescrivibile. Così come quello per la perdita della cara Melissa".

Selena sembra sia ormai consapevole della morte della compagna e coetanea Melissa Bassi, la sua migliore amica. "Selena chiede di lei da sabato scorso - conclude zia Giulia - ma alle nostre risposte, e anche di amici e parenti, di non preoccuparsi per Melissa, nello stesso tempo era ovvio, per lei, che qualcosa fosse successo, qualcosa di molto più grave di quello che noi presentavamo come rassicurante. Per ora, sembra averla presa in maniera non molto drammatica. Mi ha detto che già quando si trovava in ambulanza aveva capito che le condizioni della sua migliore amica fossero più gravi delle sue perché Melissa continuava ad urlare e lamentarsi per i dolori".

Notizie anche da Pisa, dove già oggi Veronica Capodieci, 15 anni, ha affrontato il suo primo intervento nell'Azienda ospedaliera universitaria della città toscana. Sono con lei il padre e la madre. A quanto pare, non si è trattato di un intervento di chirurgia plastica, ma della rimozione di un corpo estraneo dall'addome. Un lavoro delicatissimo per l'equipe chirurgica pisana, data la posizione della scheggia che non era stata invece notata, e comunque non era stata rimossa a Brindisi. La situazione di Veronica Capodieci resta pertanto molto grave, e si sta facedo il possibile per evitare che la giovane studente sviluppi una setticemia. La situazione è monitorata minuto per minuto.

Al Perrino di Brindisi, assieme alla sorella Vanessa, in condizioni molto meno gravi delle sue, sono rimasti i nonni e gli zii. Ed ora Brindisi si prepara alla manifestazione nazionale degli studenti di domani pomeriggio, indetta ad una settimana dall'attentato omicida di sabato 19 maggio, mentre polizia e carabinieri continuano a lavorare a testa bassa per identificare e catturare il responsabile o i responsabili.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veronica a Pisa, Selena sa di Melissa

BrindisiReport è in caricamento